E' evidente che nelle nostre aspettative c'è sempre quello di prendere il comando delle operazioni, ma c'è da fare i conti con un avversario. L'Atalanta è la squadra più in salute di tutto il campionato, gioca un calcio splendido, da emulare. Sapevamo che venire qui e pensare di comandare era utopistico. Ma, io vorrei ricordare che le prime due palle gol le abbiamo avute noi e l'ultima l'abbiamo avuta noi, con Di Lorenzo che da dieci metri ha tirato fuori. Il nostro portiere è stato molto bravo, ma potevamo portare via tre punti. Questo è il gioco del calcio". Parole e pensieri di Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli che in sala stampa s'è soffermato sullo 0-0 contro l'Atalanta elogiando l'atteggiamento dei suoi. "Abbiamo fatto tre sostituzioni forzate - prosegue - una dopo dieci minuti, un'altra obbligata e non abbiamo avuto la possibilità di gestire una situazione che in una fase della gara poteva dare una svolta anche all'andamento del match". 

Sulla grande prestazione di Dragowski,questo il pensiero di Andreazzoli: " portieri a volte aiutano la squadra avversaria, a volte la propria. Così come gli altri calciatori, che a volte sono deficitari e altre determinanti". 

Infine, sullo stop dell'Atalanta in chiave Champions: "Spero non tolga loro il sogno perché io faccio il tifo per l'Atalanta, per come gioca e per come interpreta il calcio"

Sezione: Altre news / Data: Mar 16 Aprile 2019 alle 13:00
Autore: Simone Franzini
Vedi letture
Print