Atalanta-Sampdoria, le ultime dai rititi

07.10.2018 10:00 di Redazione TuttoAtalanta.com Twitter:   articolo letto 548 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Atalanta-Sampdoria, le ultime dai rititi

Non c'è l'Europa in palio (non al momento, quantomeno), ma quella tra Atalanta e Sampdoria è la sfida tra due delle realtà più solide in Serie A. Orobici a secco di vittorie in campionato da sei turni: dopo il bel poker al Frosinone sono arrivati tre pari (di cui due contro Roma e Milan) e tre sconfitte. Lo stato di crisi, evolutosi in un avvio stagionale contrassegnato dalla prematura eliminazione dell'Europa League, va sovvertito con una sterzata globale, non solo in termini di prestazione ma anche in senso più concreto, attraverso un risultato che restituisca dopo un prolungato periodo di magra i tre punti. Cinque lunghezze di vantaggio in classifica sui nerazzurri per i blucerchiati, reduci dal due a uno in rimonta sulla SPAL. Quello di oggi sarà il novantatreesimo incrocio tra le due compagini nella massima serie: i genovesi, che nella scorsa annata si aggiudicarono la doppia sfida, sono avanti nel conteggio delle vittorie (trentasette, contro le venticinque bergamasche). Il segno X si è verificato invece in trenta occasioni.

COME ARRIVA L'ATALANTA - In una fase così complessa Gasperini può sorridere per l'abbondanza in ogni reparto: infermeria deserta e ancora qualche nodo da sciogliere. Masiello è tornato ad allenarsi interamente con il gruppo giovedì e sarà verosimilmente titolare: si ricompone il trio con Palomino e Toloi. Uno dei ballottaggi riguarda la catena di destra: Hateboer pare in rimonta su Castagne. Gosens a sinistra, con Freuler e De Roon a chiudere centralmente la mediana. Rigoni è favorito per la trequarti, in lizza anche Pasalic per fare da raccordo alle spalle di Gomez e Zapata.

COME ARRIVA LA SAMPDORIA - Giampaolo riparte dalla difesa, la migliore in Serie A fino a questo momento con appena quattro reti incassate: confermato in blocco il reparto retto dal duo Tonelli-Andersen e sigillato sugli esterni da Bereszynski e Murru. Non sono previste modifiche sostanziali nemmeno dalla metà campo in su: Ekdal in regia insieme a Barreto e Linetty, Praet in pole per il vertice alto. Possibile esclusione dunque per Caprari, fresco di convocazione in Nazionale. Allarme rientrato per Defrel: archiviato il guaio alla caviglia rimediato contro la SPAL l'ex Roma comporrà il consueto tandem insieme a Quagliarella.