Sono passati 268 giorni da quella triste sera del 30 agosto 2018, quando dopo la lotteria dei rigori l'Atalanta salutò la possibilità di giocare l'Europa League. Dalla notte di Copenaghen a Reggio Emilia, dove domani la squadra di Gasperini può festeggiare un traguardo storico: la prima qualificazione ai gironi di Champions League. Sembrano passati più di 9 mesi, un'eternità: ma la Dea, dopo un percorso virtuoso a tappe, è arrivata alla volata finale. Vincere o al massimo pareggiare contro il Sassuolo per festeggiare l'ingresso nell'Europa che conta. I neroverdi non si giocano nulla ma sarà partita vera,  con la formazione di De Zerbi che cercherà di dare il massimo, sulla scia delle ultime due uscite (sconfitta per 3-2 a Torino e pareggio per 0-0 contro la Roma). Piccola curiosità simpatica: nonostante si giochi al Mapei Stadium, terreno amico del Sassuolo, la squadra di casa è l'Atalanta, che si è dovuta trasferire per via dei lavori nel proprio impianto. Arbitrerà Doveri, con Di Bello al VAR: fischio d'inizio alle ore 20.30.

COME ARRIVA L'ATALANTA - Reduce dalla sconfitta in finale di Coppa Italia contro la Lazio e dal pareggio con la Juventus, l'undici di Bergamo arriva all'appuntamento decisivo della stagione forte di 2 risultati su 3.Fatta eccezione dei lungodegenti Palomino e Varnier e dello squalificato Hateboer, sono tutti a disposizione di mister Gasperini, che schiererà la sua formazione tipo. Solito ballottaggio in difesa, con Mancini che insidia Djimsiti, nettamente favorito. Sulle corsie esterne spazio a Castagne e Gosens. Davanti nessun dubbio: Ilicic e Gomez alle spalle di Zapata (40 gol in tre in A quest'anno).

COME ARRIVA IL SASSUOLO - Difendere il 10° posto. Ecco l’obiettivo per cui domenica giocherà il Sassuolo, reduce da una stagione molto tranquilla e a tratti anche esaltante, soprattutto all'inizio. Rispetto allo 0-0 di sabato scorso contro la Roma, saranno pochi i cambiamenti nell’undici titolare. A centrocampo tornerà dalla squalifica Bourabia, che si candida per una maglia da titolare: Duncan o Locatelli, in vantaggio, rischiano. Davanti Djuricic falso 'nueve' con Berardi e Boga sugli esterni. Sicuramente out per infortunio  Magnani, Peluso e Sensi, non ci sarà neanche Scamacca, impegnato al mondiale U20 con la nazionale azzurra. Da valutare Babacar, reduce da una settimana di differenziato.

Sezione: Altre news / Data: Sab 25 Maggio 2019 alle 13:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print