L'amichevole, d'accordo, non era delle più ostiche. Ma la gioia per un pallone infilato nella porta avversaria è sempre uguale, tanto da richiedere la dedica di rito. E per Edgar Barreto, impegnato ieri ad Hong Kong con la nazionale del Paraguay, la scena già vista dopo la magica punizione dell1-0 in Atalanta-Padova s'è immancabilmente ripetuta: gol (del momentaneo 2-0, in questo caso), esultanza più o meno composta e tatuaggio con il nome del figlio Matias esibito a favore di click. L'istantanea che cattura il momento cruciale, a cura di Kin Cheung per l'agenzia Associated Press, ha fatto il giro del mondo. La rappresentativa albiroja allenata da Gerardo Martino ha schiantato i fragili avversari con sette marcature: sono andati a segno Santa Cruz (4' e 32') e appunto Barreto ('30) nel primo tempo; nella ripresa chiudono Ortigoza (1' e 9'), Marcos Riveros (34') e Cristian Riveros ('45).

Nell'altro test internazionale che vedeva impegnato un alfiere nerazzurro (squalificato in campionato al pari del paraguaiano e di Bellini), il Cile di Carlos Carmona ha battuto 2-0 a domicilio l'Uruguay. Il play basso del "rombo" di Colantuono è entrato in campo al ventesimo del secondo tempo in sostituzione di Estrada; in gol Sanchez al 38' e raddoppio di Vidal alla mezz'ora della ripresa.

Sezione: Altre news / Data: Gio 18 Novembre 2010 alle 15:45
Autore: Simone Fornoni
Vedi letture
Print