Benevento, De Zerbi: "Vincendo non avremmo rubato niente"

 di Redazione TuttoAtalanta.com Twitter:   articolo letto 369 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Benevento, De Zerbi: "Vincendo non avremmo rubato niente"

Roberto De Zerbi, allenatore del Benevento, ha parlato ai microfoni di Sky al termine del match perso con l'Atalanta: "Abbiamo fatto una buona partita, ci manca sempre quel gradino in più di cattiveria, convinzione, sentirsi giusti nel posto in cui siamo. E' questo il male che ci attanaglia. Dal punto di vista dell'impegno non si può dire niente, ma c'è impegno e impegno. Si può sudare la maglia, ma bisogna crederci di più, perché anche vincendo oggi non avremmo rubato niente. Per fare il calciatore, bisogna essere umile sempre, dal lunedì al sabato, ma serve anche autostima che non sfoci nella presunzione. Se ho accettato di venire al Benevento è perché credo nei calciatori che ho a disposizione. Salvezza? Ci crederò fin quando sarò qui. L'episodio positivo può cambiare il percorso di questa squadra, ma bisogna cercarselo. Vedo almeno tre squadre sulle quali fare la rincorsa, anche se finora non abbiamo ancora vinto neanche una gara. La società ha intenzione di rinforzare la rosa a gennaio".

Sul prossimo impegno, contro il Milan di Gattuso: "Mi dispiace per Montella, ci sono passato anche io e non è una cosa bella. Sono contento per Gattuso, mi auguro che possa fare un bel percorso a partire dall'altra settimana e non dal match contro di noi".