Prosinecki inizia la conferenza stampa dopo la sconfitta per 2-1 contro l'Italia. "Non posso dire niente di male ai miei giocatori, hanno fatto un'ottima partita. Abbiamo avuto abbastanza occasioni per ottenere un risultato positivo, specialmente tra 0-0 e 1-0, potevamo fare altri gol. Andando in vantaggio sarebbe stato più semplice, ma così è il calcio. L'Italia è una grande squadra, non puoi giocare male nemmeno per un secondo. Ci dispiace non essere tornati a casa almeno con un punto".

Sulla difesa. "Sul primo gol non c'è stato un errore, ha fatto una volée dai sedici metri. Pure nella seconda occasione, credo che i nostri difensori si siano comportati bene. Se vedete solo errori non avete visto bene, oggi è stata un'ottima partita. Abbiamo giocato benissimo contro una grande, come l'Italia, potevamo fare il secondo gol e chiudere la partita. Loro sono così forti che possono girare il match, potevamo spingere negli ultimi quindici minuti, avevamo bisogno di un punto. Loro erano più forti".

Sui cambiamenti degli ultimi tre giorni. “Contro la Finlandia abbiamo giocato malissimo. Le partite così succedono, però oggi abbiamo dimostrato un altro viso, giocavamo molto meglio, eravamo più elastici e correvamo meglio. L'Italia ha un immenso numero di giocatori di qualità, hanno fatto degli errori, possiamo giocare contro tutti, anche con le più grandi. Il risultato non è quello che volevamo. La Grecia ha perso, non è tornata al meglio. Hanno perso contro l'Armenia, tutto è ancora aperto. Abbiamo due partite che dobbiamo vincere”.

Sul pubblico. "Noi siamo già abituati ai nostri tifosi, ci seguono dovunque andiamo. Dovunque, in Europa, ci fanno sempre un tifo di questo tipo. Siamo tristi anche per loro. Sono venuti in dieci mila, era quasi come giocare in casa, in Bosnia. Per quello sono un po' deluso".

Sezione: Altre news / Data: Mar 11 Giugno 2019 alle 23:06 / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print