Chievo-Atalanta - Panchina per Gagliardini, Caldara c'è?

 di Twitter @tuttoatalanta Twitter:   articolo letto 1893 volte
Fonte:
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Chievo-Atalanta - Panchina per Gagliardini, Caldara c'è?

Torna il campionato dopo la sosta per le Feste di fine anno e ultima giornata del girone d'andata caratterizzata da un interessante Chievo Verona-Atalanta. Due squadre che stanno vivendo una stagione sopra ogni più rosea aspettativa, separate da sette lunghezze, si affrontano con l'intenzione di superarsi e dare spettacolo. I clivensi in casa sono una squadra rognosa, avendo perso solo al cospetto di Milan e Juventus, ma la Dea lontano dal campo amico ha già compiuto quattro blitz e il Gasp non vuol mollare la zona Europa. Precedenti in massima serie non proprio confortanti per la squadra lombarda, che ha vinto una sola volta in undici confronti: il 5 ottobre 2013, fu Maxi Moralez a sentenziare l'allora formazione di Sannino. Il fischietto Federico La Penna della sezione di Roma 1, dirigerà la sfida del Bentegodi: primo incrocio con la squadra veneta.

COME ARRIVA IL CHIEVO Nell'avvicinamento alla sfida alla Dea, Maran ha dovuto fare i conti con qualche problematica di troppo. Oltre a Hetemaj e Rigoni, nulla da fare per Cacciatore, la cui assenza costringerà Maran a cambiare le carte in difesa: recuperato e convocato Izco. Solito 4-3-1-2 per i Mussi, con Sorrentino tra i pali, Dainelli e Gamberini al centro della difesa, con Frey e Gobbi a lati. Il trio Castro-Radovanovic e De Guzman al centro, mentre sarà Birsa ad appoggiare la coppia Meggiorini-Inglese.

COME ARRIVA L'ATALANTA Giusto dire che nei giorni precedenti alla sfida del Bentegodi, si è parlato di mercato più che di una gara che in chiave Europa conta parecchio per la formazione di Gasperini. Con Gagliardini convocato ma che guarderà la gara dalla panchina, neroazzurri con il solo dubbio Caldara, ancora alle prese con l'influenza: in caso di necessità, pronto Zukanovic. Out anche Kessiè, impegnato in Coppa d'Africa e Dramè. 3-4-1-2 per la Dea, con Berisha tra i pali, Toloi - Caldara (o Zukanovic) - Masiello in difesa, Conti e Spinazzola presiederanno gli esterni, mentre accanto a Freuler agirà Grassi. Davanti a Kurtic, largo alla coppia Gomez-Petagna.