Gigi Delneri ha allenato l’Atalanta di ieri, quella che giocava bene ma lottava per salvarsi. Quella di oggi strapazza la Juve, punta a vincere la Coppa Italia e a conquistare un posto in Europa League. "Ma anche la mia era una squadra di qualità, con Doni, Floccari, Cigarini, Valdes, Bellini. Abbiamo chiuso il primo campionato con 48 punti, il secondo con 47. Non male. Certo, la mentalità era diversa. Ora i tifosi si sono abituati bene - sottolinea il tecnico a La Gazzetta dello Sport -. Sorpreso da Gasperini? No, l’Atalanta anche quando non vinceva ha sempre mostrato un buon gioco. Contro la Juventus ha giocato la partita perfetta. Sorpreso da Zapata? Non più di tanto, è cresciuto molto rispetto a quando era all’Udinese con me e ha comunque segnato 10 gol. Gli mancava l’esperienza e ha preso sicurezza in se stesso, è diventato un centravanti di valore, che lavora di più per la squadra. Merito anche del lavoro di Giampaolo alla Samp".

Sezione: Altre news / Data: Ven 1 Febbraio 2019 alle 19:00 / articolo letto 1607 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta