Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia contro l'Atalanta è intervenuto ai microfoni di Rai Sport: "Queste partite si giocano molto sugli episodi. Nel primo tempo c'è stata un'occasione da gol clamorosa per noi. Nella ripresa abbiamo fatto meglio, poi abbiamo subito la rete su calcio d'angolo".

L'allenatore rivede il tocco di mano di Bastos e non ci sta: "E' un errore gravissimo. Non l'avevo vista dalla panchina. Banti non mi è piaciuto in tutta la conduzione della partita. Questa è una cosa che cambia completamente tutto quello che è stato fatto in campionato. Non mi ero accorto di questa cosa, è gravissima, non c'è nessuna giustificazione. Si accetta la sconfitta sportivamente, la Lazio è un'ottima squadra, è stata una gara equilibrata, ma questo non è un episodio sano. Non mi ero reso conto dalla panchina di tutto questo, me l'avevano detto i giocatori, ma pensavo fosse uno di quei falli di mano che vediamo di solito, involontari. Questo rientra in una casistica molto chiara. E' una cosa gravissima".

Testa alla Champions League? "Noi abbiamo vinto comunque con i nostri tifosi, quest'episodio ci fa vincere ancor di più. La partita poteva andare in tanti modi, noi eravamo disposti ad accettare la sconfitta visto che la partita è stata equilibrata e bella".

Il suo nome è al centro del mercato. "No, pensiamo a questa Coppa che abbiamo giocato. Non ha rispetto dei tifosi dell'Atalanta questa cosa del fallo di mano, è troppo evidente. Abbiamo assistito ad una stagione di rigore e rigorini assurdi, in cui non abbiamo mai detto niente. Ma questo è pesante. Non ci fosse il VAR potrei giustificarlo, ma con il VAR no".

Db Roma 15/05/2019 - finale Coppa Italia / Atalanta-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport
nella foto: Gian Piero Gasperini
Db Roma 15/05/2019 - finale Coppa Italia / Atalanta-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Gian Piero Gasperini © foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sezione: Altre news / Data: Mer 15 Maggio 2019 alle 23:23
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print