Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, ha commentato così l’1-1 contro il Milan ai microfoni di Sky Sport: “C’è una bella differenza tra sesto e settimo posto, ci sono ben tre turni di preliminari e sono complicati. E poi noi sui sorteggi non siamo mai stati fortunati. L’Europa sarebbe comunque un grande risultato. Vista la coreografia, il futuro? Io non posso tradire tanto affetto e riconoscenza nei miei confronti. Non ho mai avuto una soddisfazione così. A fine campionato vedremo, non voglio deludere nessuno”.

Se potesse scegliere tre giocatori a cui non rinuncerebbe?
“L’anno scorso è andato via Gagliardini, abbiamo dato via Kessie e Conti. Quest’anno andranno via Caldara e Spinazzola, non sappiamo Cristante. Così diventa un po’ più difficile mantenere stessi risultati ed obiettivi. L’importante è avere la stessa visione e valutazione delle cose. Bergamo ti accetta lo stesso: quando sei chiaro, ti rispettano ed accettano tutto”.

Ti aspetti apertura inchiesta su Pairetto?
“Prontissimo. Non ho detto sciocchezze, è un problema loro i tempi e le designazioni. A noi possono dire tutto anche ad inizio anno, non credo di aver detto una cosa da denuncia, noi abbiamo le nostre immagini e loro le radio. Mi dispiace aver messo in difficoltà la squadra con la mia squalifica odierna”.

Sezione: Altre news / Data: Lun 14 Maggio 2018 alle 08:00 / articolo letto 2194 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta