Fino all'80' di Juventus-Atalanta sembrava un discorso praticamente chiuso, con la rete di Ilicic decisiva per la qualificazione Champions. Poi il pari di Mandzukic ha leggermente complicato i piani della truppa di Gasperini, non troppo a dir la verità. Perché la squadra bergamasca ha agganciato l'Inter al terzo posto ed è avanti sui meneghini negli scontri diretti, ma anche perché il destino dipende dall'ultima gara di campionato. Battendo il Sassuolo domenica prossima, dunque, il sogno Champions sarebbe realtà.

Miracolo Dea. Frutto del lavoro di Gasperini e della Società, ormai elogiata da tempo per quanto riesce a fare. Dai giovani agli affari di mercato, il magico mondo atalantino sta per assaporare il gusto di giocare nell'Europa che conta. Un obiettivo difficilmente prevedibile la scorsa estate ma a un centimetro dalla conquista, una qualificazione che sarebbe assolutamente meritata per il cammino di questi mesi.

Tutto nelle proprie mani. Non è facile, di questi tempi, vedere una squadra padrona del proprio destino. L'amarezza per la finale di Coppa Italia è già messa da parte, ora c'è da preparare l'ultimo atto stagione. Poi la festa Champions, il cui traguardo è dietro l'ultimo ostacolo chiamato Sassuolo. Squadra ostica ma di certo non imbattibile per questa Dea.

Sezione: Altre news / Data: Mer 22 Maggio 2019 alle 14:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print