Dai canali ufficiali dell'Atalanta arrivano alcune dichiarazioni di Josip Ilicic, attaccante sloveno della Dea, alla vigilia dell'ultimo turno di Serie A. "Ho iniziato a giocare a calcio 25 anni fa - racconta l'ex Fiorentina - e ho capito subito che avrei voluto fare il calciatore. E' stato mio fratello più grande a farmi appassionare".

La maglia numero 72? "E' dai tempi di Palermo che ho questo numero perché quando sono arrivato in Sicilia il 27, il numero che avevo al momento della firma del mio primo contratto da professionista in Slovenia, era occupato da Pastore e così ho deciso di invertire i numeri"

Il gol più bello che ho fatto con l'Atalanta? "Quello di Dortmund. E' stato emozionante per me, per i miei compagni e per tutta la città. E' stato un grande stop in area".

Se mi piace il Fantacalcio? "Ci sono due cose che mi danno fastidio nel mondo del calcio: fare il riscaldamento e sentir parlare di Fantacalcio, come se noi calciatori pensassimo a questo gioco. Noi giochiamo per la società, per la città e per noi stessi e basta".

Il soprannome che mi piace di più? "Adesso mi chiamano tutti professore, ma il mio soprannome da sempre è JoJo che è quello che usa anche mia mamma".

Sezione: Altre news / Data: Sab 25 Maggio 2019 alle 08:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print