Contro un'Atalanta in grande forma, l'Inter ha la possibilità di allungare sul quinto posto in maniera considerevole. Assenti ancora de Vrij e Lautaro. A breve il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, analizza la sfida del Meazza valida per la 31^ giornata di Serie A.

Senza Zapata si aspetta una sorpresa da Gasperini? - "Intanto anche noi abbiamo fuori Lautaro. D'altra parte loro possono schierare Barrow che era diventato, a un certo punto, un obiettivo di mercato per tanti club. Secondo me però davanti gioca Gomez. Gasperini non si è ancora espresso e perciò non ho preparato la contromossa"

Cosa la incuriosisce dell'Atalanta? - "Un po' tutto ciò che hanno le squadre forti. Per certi versi è una squadra giovane, per altri meno. Hanno personalità, sono tutti tosti dal punto di vista della forza. Persino Gasperini e Gomez sembrano grossi quando ci giochi contro. Riescono a metterla sul duello individuale con la convinzione di poterlo vincere sempre, sanno cosa fare in campo, scalano e costruiscono dal basso, vengono a proporre calcio in verticale cambiando con facilità lato grazie ai quinti offensivi: uno va a crossare, l'altro chiude sul secondo palo. Sulle palle inattive sono una delle squadre più pericolose, noi invece facciamo una cosa un po' più mista. Abbiamo le carte in regola per andarci a difendere dalle loro proposte, ma anche quelle per attaccare quando ne avremo l'occasione. Dovremo essere svegli per quelle due orette"

Consideri questa sfida come un set-point? - "Sì, è una gara massiccia per l'importanza di classifica, contro una concorrente diretta che gioca stabilmente per l'alta classifica. Affrontiamo una squadra fisica, bella non per caso. In questi ultimi anni ha mantenuto un'identità di gioco, con Gasperini ha giocato grandi partite e di certo hanno smesso di essere solo una rivelazione, anche in ambito europeo. Hanno tutte le carte in regola per ambire a un posto in Champions"

Quali sono le condizioni di Lautaro e de Vrij? - "Ci sono dei passaggi che vanno fatti quando si è in equilibrio. È una situazione nella quale ci troviamo in una via di mezzo. Serve ancora qualche allenamento per capire, ma per domani è difficile per entrambi"

In cosa la squadra è cresciuta rispetto alla brutta gara d'andata? -"Quello che succede in ogni match ti fa crescere. L'Atalanta ha fatto vedere che, con la sua ferocia, può mettere in difficoltà chiunque. Certe cose le mettiamo da parte, altre ce le portiamo dietro. Tutte queste prese di posizione hanno fatto sì che in futuro si vedessero meno comportamenti non proprio perfetti. Bisogna essere disposti a vincere dando tutto. Alcuni vogliono farlo senza mettere in campo ogni risorsa disponibile"

Sezione: Altre news / Data: Sab 6 Aprile 2019 alle 16:30
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print