Un'anomalia. Il migliore attacco della Serie A, 99 gol in stagione prima di questa sera. Poi il black-out nella notte dei sogni, in una finale che avrebbe potuto coronare il sogno di un popolo, quello bergamasco, che per un giorno ha trasferito la sua residenza a Roma.

La squadra di Gasperini ha fatto la sua partita. Ha giocato come sa, è ripartita come le è solito, soprattutto grazie ai guizzi di Ilicic. Ma è venuta meno in ciò che le riesce meglio: fare gol. Duvan Zapata mai imbeccato coi tempi giusti, Strakosha mai seriamente impegnato. Anche se per buoni tratti del match sono stati i nerazzurri a fare la partita, anche se la Lazio - fino al gol di Milinkovic - non s'era mai affacciata con pericolosità dalle parti di Gollini.

Però la squadra di Inzaghi ha avuto il merito di saperla gestire. Di non perdere la lucidità anche quando le gambe non giravano. L'Atalanta invece non ha punto quando doveva punire, ed è stata condannata da un episodio, dal colpo di testa di Milinkovic-Savic. Fermandosi così a 99.

Sezione: Altre news / Data: Mer 15 Maggio 2019 alle 23:26
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print