L'Italia è fuori dal Mondiale: con la Svezia termina 0-0

 di Redazione TuttoAtalanta.com Twitter:   articolo letto 1209 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
L'Italia è fuori dal Mondiale: con la Svezia termina 0-0

L'Italia pareggia 0-0, impattando contro il muro svedese e salutando il Mondiale di Russia 2018.

LE FORMAZIONI - Ventura non cambia le proprie idee, confermando la formazione della vigilia con la sorpresa Gabbiadini in coppia con Immobile, nel tentativo di offrire un attacco fisico ma con diverse caratteristiche allo stesso tempo. Per il resto Buffon, forse all'ultima partita con la nazionale, guida la BBC formata da Barzagli, Bonucci, Chiellini. Candreva e Darmian si confermano sulle fasce, Jorginho - alla prima - in cabina di regia, mentre Parolo e Florenzi sono le mezz'ali.

4-4-2 scolastico per la Svezia che deve fare a meno di Albin Ekdal, ma recupra Lustig, squalificato nella partita di andata. Per il resto è titolare joahnsson, autore dell'unico gol alla Friends Arena.

RECLAMO ARBITRALE - La partenza sembra all'altezza, con Florenzi che prova, all'ottavo, il tiro al volo: fuori senza impegnare Olsen. Un minuto dopo contatto dubbio fra Parolo e un difensore svedese, in area: sembrerebbe rigore, l'arbitro sorvola e Chiellini, per fermare l'azione, prende il giallo, imitato da Johansson subito dopo. Dall'altra parte un fallo di mano in area potrebbe dare il calcio di rigore agli svedesi, ma anche qui il direttore di gioco non vede. Intanto si scalda la connection Parolo-Immobile, con il centravanti della Lazio che spedisce a lato da posizione tutt'altro che agevole.

FIOCCANO LE OCCASIONI - La Svezia si difende e basta, l'Italia prende campo e incominciano a esserci opportunità: Immobile centra un pallone che Olsen non trattiene ma non dà la possibilità ad arrivare a Gabbiadini, finendo sui piedi di Candreva che manda alto. Granqvist anticipa di un millesimo Parolo ed esulta come a un gol, poi ancora il portiere svedese mette il piede su Florenzi. Ci sarebbe un altro episodio in area italiana, molto dubbio, ma l'arbitro non concede la punizione dagli undici metri.

GIALLO IN AVVIO RIPRESA - Come nel primo tempo, Mateu Lahoz non concede un rigore netto all'Italia, con Darmian che viene affondato in area. Impossibile da non vedere, per l'arbitro spagnolo, che sottolinea un improbabile controllo di mano. C'è anche un pizzico di sfortuna, perché la spaccata di Florenzi finisce di pochissimo fuori a Olsen battuto. Anche Candreva va vicino al gol con un tiro sporco, ma la sfera finisce larga. Immobile va vicino al gol anticipando l'avversario sul palo, poi un colpo di testa svedese finisce sulla parte alta della traversa, Insomma, sembra andare tutto male.

TRISTE FINALE - Il forcing continua, gli svedesi segnerebbero pure un gol - annullato per fuorigioco - ma sarebbe stata solo la ciliegina sulla torta dell'incredibile eliminazione italiana. Non accadeva dal 1958.

ITALIA-SVEZIA 0-0

Italia (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva (dal 76' Bernardeschi), Parolo, Jorginho, Florenzi, Darmian (dal 63' El Shaarawy); Immobile, Gabbiadini (dal 63' Belotti).

Svezia (4-4-2) Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Johansson (dal 18' Svensson), Larsson, Forsberg; Toivonen (dal 54' Thelin), Berg.