Lazio, Inzaghi: "Brava Atalanta: avrebbe meritato di vincere ai punti"

 di Twitter @tuttoatalanta Twitter:   articolo letto 1990 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, Inzaghi: "Brava Atalanta: avrebbe meritato di vincere ai punti"

L'allenatore biancoceleste Simone Inzaghi ha parlato a Premium Sportdopo il pari della sua Lazio contro l'Atalanta: "Avremmo voluto vincere ma abbiamo incontrato un ottimo avversario che meritava più del pari. Abbiamo approcciato male rispetto alle ultime volte ma rispettiamo l'Atalanta: è stata brava e ai punti ha meritato più di noi, è la prima volta che ci mettono sotto in campionato.

Ci sarà da lottare ancora: mancano due partite e cercheremo tutte le forze che ci rimangono. Sono contento di chi ha giocato oggi al posto degli assenti. In più ci si è aggiunto l'infortunio di Luis Alberto e vedremo se riusciremo a recuperarlo per domenica a Crotone. Milinkovic-Savic falso nove? Ho voluto mettere Lukaku perché avevo De Vrij non al meglio. Dispiace rinunciare al proprio bomber, ma Caicedo si è fatto trovare pronto. Era calato per i crampi e ho dovuto toglierlo. Siamo una squadra cui piace giocare. I nostri quinti, oggi Lulic e Marusic, li portiamo avanti e a volte abbiamo poca prevenzione su palla persa. Ci lavoreremo.

Oggi abbiamo preso gol dopo un minuto. Anche oggi penso che la gente qui si sia divertita: è stata una partita aperta con tante occasioni ed entrambe che volevano vincere. Spiace non aver vinto ma siamo alla cinquantatreesima partita stagionale e nonostante ciò ci abbiamo provato fino alla fine. Devo ringraziare i ragazzi, stiamo lottando e vogliamo entrare in Champions. Strakosha? Lavora tantissimo e vuole migliorarsi giorno per giorno. Oggi è stato bravo ma in generale è cresciuto tantissimo nell'ultimo anno e mezzo. Fare il portiere qui a Roma è difficile.

Futuro? Sto pensando solo a queste partite, che saranno cinquantacinque con Crotone e Inter. Ho detto e ribadito che sto bene qui ed è casa mia. Quello che conta ora però è l'obiettivo che per noi il 13 agosto era un sogno e adesso può diventare realtà. Dipende da noi".