Gol a freddo di Mbaye, risultato rovesciato nel secondo tempo

LE FORMAZIONI -Inzaghi infoltisce il centrocampo, optando per una difesa a tre e mandando in panchina Orsolini, preferendogli Krejci sulla destra. In avanti la coppia oramai collaudata Palacio-Santander, in cabina di regia Dzemaili con Pulgar e Svanberg. L'Atalanta risponde con il 3-4-1-2 già visto contro il Parma, preferendo Barrow a Zapata.

SUBITO MBAYE - Periodo decisamente buono per Mbaye, al secondo gol consecutivo dopo quello con il Sassuolo: Santander lavora un pallone bellissimo all'interno dell'area, dopo il filtrante di Palacio, e centra proprio per il terzino che brucia Gosens. L'Atalanta risponde con un paio di affondi di Ilicic, che non trova il sinistro e ci prova con il destro, ma con scarsi risultati. Binari subito giusti per il Bolgona che può attendere e ripartire, sfruttando la fisicità delle punte. Ad andare più vicino al gol è però Santander, con una zuccata all'altezza del dischetto del rigore, con un colpo di testa disinnescato da Berisha. Al venticinquesimo Ilicic scova Hateboer in area, ma il diagonale è ben bloccato da Skorupski. I nerazzurri giocano di più, i padroni di casa difendono e ripartono, facendolo bene: Mbaye stavolta centra per Palacio - che anticipa Mancini - ma spedisce largo. Poco dopo Pulgar prova dal limite, sfiorando l'incrocio.

 L'Atalanta prende coraggio, ma non riesce praticamente mai a impensierire il portiere avversario, pur vivendo stabilmente nella metà campo bolognese. Barrow sbaglia ogni controllo, Gomez gira al largo, Ilicic è controllato a vista da 4 uomini. Così l'unico pericolo è firmato Gosens, di testa. Per il resto sterilità, tanto da indurre Gasperini a inserire Zapata già all'inizio del secondo tempo. Il guizzo arriva sette minuti dopo, girandosi su Gonzalez ma sparando alto. Il colombiano entra anche nel gol del pari: Ilicic lo innesca, lui sbaglia a calciare, Gonzalez lo imita e arriva Mancini, con un controbalzo, a infilare l'angolino per l'1-1.

CAMBIO DETERMINANTE - Il Bologna non riparte più, l'inserimento di Zapata ha spostato, soprattutto per la bravura di tenere il pallone, l'equilibrio della gara. Così il sudamericano trova anche il tempo per la zampata vincente: è Mbaye a sbagliare completamente il rinvio con la testa, cedendo la sfera a pochi passi da Skorupski. Cioccolatino troppo invitante per non concludere la rimonta. 

TUTTI DENTRO - Il gol del 2-1 ha l'effetto di scombinare le carte, con il Bologna costretto a crescere e alzare il baricentro. Così Palacio ha sui piedi l'occasione del pareggio, ma Berisha si immola in stile Batman e gli chiude la porta, nonostante la conclusione a botta sicura. Dentro Orsolini e Destro, alla fine, per una sorta di 4-2-4. Ma il risultato non cambia più.

BOLOGNA-ATALANTA 1-2
Marcatori: Mbaye 3', Mancini 57', Zapata 70'.

Bologna (3-5-2) Skorupski; Calabresi, Gonzalez, Helander; Mbaye, Dzemaili (dal 63' Poli), Pulgar, Svanberg, Krejci (dal 72' Orsolini); Palacio, Santander.

Atalanta (3-4-1-2) Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic (dal 82' Pasalic), Barrow (dal 46' Zapata).

Sezione: Altre news / Data: Dom 4 Novembre 2018 alle 20:00 / articolo letto 245 volte / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta