Prosegue l'avvicinamento alla sfida di lunedì sera sul campo dell'Atalanta. Match tutt'altro che agevole negli ultimi anni e che per il Napoli è sempre stato storicamente ostico. Ne è consapevole Carlo Ancelotti che dopo la gara con la Stella Rossa non ha risparmiato un passaggio sulla trasferta bergamasca: "Ora dobbiamo pensare alla gara di lunedì, sarà più difficile rispetto a Liverpool", con riferimento alle caratteristiche particolari dell'avversario che per fisicità e gioco uomo su uomo è difficile da affrontare per tutti in trasferta. Proprio per questo il tecnico del Napoli da quanto filtra è pronto a cambiare qualcosa per quanto riguarda quello che lui solitamente chiama il piano tattico della sfida.

A confermarlo è stato ieri Nikola Maksimovic, intervistato dalla radio ufficiale del club. "Lì è sempre difficile, è un ambiente caldo, una squadra fisica che gioca uomo contro uomo a tutto campo, una squadra un po' strana ma abbiamo parlato col mister di come dobbiamo giocare, un po' diversamente rispetto al passato. Siamo il Napoli e comunque dobbiamo vincere mettendo intensità dal primo minuto".

Al di là della presenza o meno in campo di Maksimovic - più da terzino che da centrale, visto che Albiol sembra avviato al recupero - Ancelotti probabilmente con gli stessi uomini della gara di coppa potrebbe però optare per una strategia diversa: rinunciare al giro-palla arretrato che quasi va ad attivare la pressione alta dell'Atalanta, marchio di fabbrica di Gasperini con cui ha spazzato via l'Inter prima della sosta, per un Napoli con un gioco ancora più diretto e verticale di quello visto negli ultimi mesi. Un modo per poi puntare con i giocatori offensivi a vincere quei duelli individuali per creare superiorità numerica e mettere in difficoltà la difesa alta dell'Atalanta.

Sezione: Altre news / Data: Sab 1 Dicembre 2018 alle 21:30 / articolo letto 280 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta