Intercettato dai microfoni dei giornalisti presenti nella mixed-zone dell'Atleti Azzurri d'Italia, il laterale mancino gialloblu Massimo Gobbi ha così analizzato la partita contro l'Atalanta. Queste le sue parole raccolte dai colleghi di Parmalive.com: "Dispiace molto per com'è andata, perché abbiamo avuto occasioni e tenuto bene il campo nel primo tempo e anche all’inizio del secondo".

C'è stato un calo di tensione dopo l'1-0 nerazzurro?
"Ci sono state disattenzioni. In ogni caso anche dopo il gol abbiamo cercato di spingere, abbiamo avuto altre occasioni. E' un peccato, questa partita deve servirci da lezione, perché non possiamo calare di attenzione e tensione in alcun frangente della gara".

Che insegnamenti potete trarre da questa partita?
"Non dobbiamo mai abbassare la tensione, perché possiamo essere puniti in qualsiasi momento. Dobbiamo essere sempre attenti e non sbagliare. Quello di oggi dobbiamo prenderlo come insegnamento: ora è necessario mettersi sotto e lavorare alla grande in settimana".

Passare troppo tempo nella propria area non è un po' troppo rischioso?
"Nonostante questo abbiamo creato parecchie occasioni. E' chiaro che c'è un dispendio di energie, però oggi non dovevamo calare la tensione perché avremmo portato a casa il risultato".

Quando passa in svantaggio, il Parma tende un po' a sparire dal match.
"Non sono d'accordo. Ad esempio, contro la Juventus abbiamo recuperato facendo una grandissima partita. Oggi siamo andati sotto per una disattenzione, poi dopo il secondo gol è stato tutto più difficile".

E' una sconfitta che può preoccupare?
"No, bisogna avere equilibrio: non dovevamo lottare per lo scudetto prima e non siamo dei brocchi adesso. In Serie A se non hai attenzione puoi subire gol in qualsiasi momento. Con grande fame e grande umiltà dobbiamo ripartire, perchè domenica prossima sarà una partita importantissima”.

Sezione: Altre news / Data: Dom 28 Ottobre 2018 alle 10:00 / articolo letto 280 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta