Il giovane attaccante Roberto Piccoli, classe 2001, ha parlato al sito ufficiale dell'Atalanta del proprio esordio (il 15 aprile contro l'Empoli) in Serie A e delle emozioni vissute: “Il mattino dopo sono andato a scuola ed è stato un giorno diverso. Qualcuno mi ha chiesto anche la foto e non ho avuto interrogazioni perché i professori hanno capito che avevo fatto tardi per la partita. Ho ricevuto tanti messaggi che mi hanno fatto piacere, ma i complimenti più belli sono stati quelli che mi hanno fatto a caldo subito dopo la partita i miei compagni di squadra e il il mister. L'esordio è stato un momento bellissimo ed emozionante, ma guardo avanti per cercare di migliorare sempre di più. Voglio ringraziare la famiglia Percassi e l'Atalanta per aver creduto in me anche quando qualche infortunio mi aveva colpito. - conclude Piccoli – Adesso è il momento in cui devi mostrare cosa sai fare e dare una svolta alla carriera, se prima andavi a 100 ora devi andare a 200 o anche 300 perché il treno passa una volta sola. Napoli? Bisognerà fare una grande partita per vincere, è una gara importante in cui dare il massimo, poi penseremo alla Coppa Italia. Quando arrivi a una partita così importante del genere capisci cosa prova una città, anche nei giorni precedenti".

Sezione: Altre news / Data: Lun 22 Aprile 2019 alle 18:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print