Basta un lampo di Zapata all'Atalanta per battere la Lazio nel posticipo del lunedì della sedicesima giornata di Serie A. La squadra di Gasperini coglie il sesto successo nelle ultime otto partite e vola in piena zona Europa: agganciata la Roma al sesto posto, biancocelesti a -1. La squadra di Inzaghi paga l'approccio troppo timido ed è sfortunata nel finale, quando il VAR annulla l'incornata vincente di Acerbi.

MASIELLO OUT, INZAGHI SI AFFIDA A CORREA - Gian Piero Gasperini lascia in panchina Andrea Masiello e si affida al trio difensivo formato da Toloi, Palomino e Mancini. Hateboer e Gosens sono gli esterni a tutta fascia, torna Ilicic davanti. Inzaghi risponde con il solito 3-5-1-1, in cui Badelj funge da regista basso e Correa gioca alle spalle di Immobile.

ZAPATA IS ON FIRE - L'inizio dei nerazzurri è da sogno. Al primo minuto di gioco, Gosens vola sulla sinistra e crossa al centro, dove Acerbi buca l'intervento e mette in difficoltà Radu, che serve involontariamente a Duvan Zapata il più facile degli assist. Per il colombiano è il quinto centro nelle ultime tre partite, un vero e proprio momento magico. La Lazio impiega un po' per reagire e al 12' sfiora il pareggio con Immobile, ipnotizzato da un ottimo Berisha.

FINALE DI MARCA CAPITOLINA - È un match intenso, caratterizzato da tanti contrasti e da diversi spunti interessanti, anche se latitano le occasioni da rete. Nel finale di frazione i capitolini premono sull'acceleratore, mettendo paura alla difesa ospite prima con Milinkovic-Savic, poi con Correa. Ma il risultato resta invariato all'intervallo.

QUASI UN REPLAY - La ripresa comincia esattamente come la prima frazione, con l'Atalanta all'arrembaggio e Zapata protagonista, ma stavolta l'ex Udinese è impreciso di testa. Al 49' paura per Strakosha, che viene soccorso dopo uno scontro con lo stesso centravanti avversario. Per fortuna, il portiere albanese riprende il proprio posto tra i pali senza problemi. La sfida resta equilibrata e combattuta: Immobile svirgola due conclusioni da posizione invitante, la Dea si affida alle ripartenze.

VAR DECISIVO - Entrano Luis Alberto, Lukaku e Caicedo da una parte, Djimsiti, Masiello e Pasalic dall'altra. La Lazio fa molta fatica a creare pericoli dalle parti di Berisha, mentre i padroni di casa si difendono con ordine, guadagnando metri e secondo preziosi grazie allo straordinario lavoro di Zapata. Al 92' la Lazio trova il pareggio con Acerbi, che di di testa batte Berisha sfruttando al meglio un cross di Luis Alberto dalla trequarti. Orsato, dopo un lungo colloquio con l'addetto al VAR, annulla per fuorigioco e fa esultare l'Atleti Azzurri d'Italia. Per l'Atalanta arrivano altri tre punti preziosissimi.

Sezione: Altre news / Data: Lun 17 Dicembre 2018 alle 22:33 / articolo letto 359 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta