Festeggia oggi - da svincolato illustre - il suo trentaseiesimo compleanno un rude mastino dalle lunghe leve che ha svernato a Bergamo per ben quattro stagioni. Duccio Innocenti da Prato, che dopo il campionato 2009/2010 disputato in Eccellenza con la maglia della Pistoiese ha fatto perdere le sue tracce come giocatore di pallone, ha dalla sua anche l'aver vestito la maglia dell'AlbinoLeffe, quando nonostante minutaggio drasticamente ridotto e doti tecniche non certo da piani alti era ormai diventato un idolo della tifoseria dell'Atalanta. Che ne ricorderà ancora il destro ciclonico e soprattutto le lunghe fughe sulla destra, la sua zolla preferita di eclettico cacciatore di stinchi con la smania delle ripartenze a spron battuto.

Nato nella capitale italiana del tessile il 20 settembre 1975, conosce il debutto a livello professionistico nel Pontedera Innocenti prima di due giri di corsa in B con la Lucchese. Tra il 1998 ed il 2003 è stato titolare inamovibile nella difesa del Bari (giocando le prime tre stagioni in Serie A e le altre due in cadetteria);  nel 2003 la breve parentesi nella Lazio, con la quale però non scende mai in campo. Proprio in quell'anno entra nella famiglia nerazzurra, con la quale disputa 48 partite di campionato. Divise tra B, nel 2003/2004 sotto Andrea Mandorlini e nel 2005/2006 con Colantuono in panchina (una promozione su due, perché a gennaio 2006 venne ceduto al Messina) e A: nella massima serie, per Innocenti, solo la sfortunata campagna da ultimo posto del 2004/2005, tra Mandorlini e un Delio Rossi incapace di risollevare le sorti della squadra.

In coda alla sua esperienza bergamasca, l'onore di essere allenato da Emiliano Mondonico in maglia bluceleste (35 partite e due gol). Poi è la volta del Grosseto: in Maremma il rude e generoso difensore rimane fino al 2 febbraio 2009, quando passa al Vicenza. Il 3 novembre 2009 viene acquistato dalla Pistoiese, che disputa il campionato di Eccellenza. E qui, dopo aver perso le semifinali nazionali con il Mosciano, si perdono le sue tracce. Nel palmarès, anche l'oro ai Giochi del Mediterraneo a Bari nel 1997. Meglio che niente. Augurissimi!

Sezione: Auguri a... / Data: Ven 20 Settembre 2013 alle 07:00 / articolo letto 2821 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com.