Dea, è già mercato: tra Cristante, Bastoni e le sorprese dall'estero

 di Redazione TA Twitter:   articolo letto 2032 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Dea, è già mercato: tra Cristante, Bastoni e le sorprese dall'estero

Ritocchi a una formazione collaudata: è questa la strategia che la dirigenza dell'Atalanta ha deciso di mettere in piedi per quello che si promette di essere un vero e proprio mercato di riparazione a gennaio. Tanto dipenderà anche dal futuro dei giocatori già bloccati dalle big italiane: potrebbe uscire anzitempo Leonardo Spinazzola, direzione Juventus e a Torino potrebbe rientrare anche Riccardo Orsolini, finora poco utilizzato da Gian Piero Gasperini.

Se Mattia Caldara lascerà Bergamo, anche lui direzione Juventus, solo in estate, potrebbe dire addio a gennaio invece Alessandro Bastoni per l'Inter. Da valutare invece Robert Gosens: Gasperini sta riflettendo sul fatto che possa ricoprire a tutti gli effetti il ruolo da titolare ma non ci sono pochi dubbi sul classe '94 ex Heracles Almelo. Rumors su possibili movimenti in attacco ma la sensazione è che Andrea Petagna e Andreas Cornelius dovrebbero restare a meno di maxi offerte. In mezzo al campo, invece, in attesa dell'asta estiva, sarà riscattato Bryan Cristante dal Benfica.

Qualche nome balzato alle cronache: si va da Gustavo Scarpa, trequartista della Fluminense, fino a Patrik Hrosovski, centrocampista slovacco classe 1992 del Viktoria Plzen. Non sono comunque, come sempre, escluse sorprese. Di recente una missione in Brasile, la Dea è attenta a ogni campionato in giro per l'Europa.