Emiliano Rigoni appare sempre più lontano dall'Atalanta. Nelle ultime gare l'argentino è apparso fuori dal gioco, completamente avulso dalle manovre offensive atalantine, tanto da guadagnarsi - si fa per dire - insufficienze anche abbastanza gravi. Nel giorno in cui l'Atalanta trova Peli, Kulusevski, Okoli e Delprato in panchina (tutti elementi della Primavera di Brambilla) spicca l'assenza dell'attaccante.

Il Frosinone sarebbe sì disposto ad accettarne il prestito, c'è un però: Emiliano Rigoni non può cambiare un'altra volta casacca. Questo perché la Russia ha adottato il calendario come quasi tutti i campionati europei, da luglio a giugno, sebbene prima la stagione iniziasse a marzo e terminasse praticamente a settembre. È l'unica deroga prevista dal regolamento: se un campionato ha calendari diverso rispetto all'altro, allora il giocatore in oggetto può vestire una terza maglia, altrimenti non è possibile. Paradossalmente Rigoni può finire in Sudamerica, ma non un'altra volta in Italia.

Sezione: Calciomercato / Data: Mer 26 Dicembre 2018 alle 15:05 / articolo letto 835 volte / Fonte: Tuttomercatoweb.com
Autore: Simone Franzini