Atalanta-Roma non è stata una partita per deboli di cuore. In doppio vantaggio, la formazione giallorossa si è fatta rimontare fino al 2-2, ritrovandosi poi clamorosamente in svantaggio. Un risultato a sorpresa, che in pochi avrebbero pronosticato dopo i primi minuti di gioco. Solo nel finale una rete dall'uomo più atteso e al tempo stesso inaspettato, Francesco Totti, ha permesso ai giallorossi di tornare a casa con almeno un punto.

La sfida dell'Atleti Azzurri d'Italia ha riportato sotto le luci della ribalta non solo il capitano giallorosso, ma anche un suo ex compagno di squadra. Si tratta di Marco Borriello, autore di una doppietta che poteva regalare ai nerazzurri una vittoria incredibile. E le sue parole a fine gara sono state importanti sia per sé che per Totti: "Ho perso 7 chili negli ultimi tre mesi, mi sento un ragazzino e lo potere vedere anche in campo. Ho 34 anni, ma non ho avuto grossi infortuni in carriera e posso ancora dare tanto al calcio italiano. Per me comincia una nuova carriera".

E su Totti, Borriello non lascia spazio a fraintendimenti: "Ha 39 anni ed è ancora asciutto, non vedo perché debba smettere finché gioca così, cosa deve fare di più?". Un messaggio chiaro ai dirigenti giallorossi, ma anche a se stesso: finché si è ancora capaci di segnare così, perché smettere?

Sezione: Copertina / Data: Lun 18 Aprile 2016 alle 14:00 / articolo letto 2053 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta