L'Atalanta batte un colpo. A Gasperini serviva una vittoria, dopo due sconfitte consecutive: è arrivata, convincente, quella del 3-1 sulla Fiorentina. Sulle ali delle stelle della squadra: Ilicic, in carriera il manifesto della discontinuità, è diventato all'improvviso una certezza per gli orobici, decisivo quasi sempre coi suoi gol e i suoi assist, con le sue giocate come il tacco per Castagne. E poi torna la Papu dance: Gomez in campionato non segnava addirittura dal 29 dicembre. È tornato a farlo, a modo suo: discesa palla al piede, dopo una magia a centrocampo.

Due protagonisti, ma non solo loro. Nell'Atalanta brillano gli esterni e brilla anche Mancini, ormai granitica certezza per gli orobici. È un ritorno alla vittoria, quello di oggi, che vuole dire tanto anche in ottica Europa: Inter e Roma hanno perso, il treno Champions League ha rallentato. Non lo ha ancora ripreso, la squadra di Gasp, ma può farlo: il ritardo dai nerazzurri meneghini recita soltanto 6 punti, l'occasione è stata colta. Mina vagante l'Atalanta lo vuole rimanere fino alla fine: con il Torino la Serie A ne ha due. Mal che vada, ci sarà da divertirsi.

Sezione: Copertina / Data: Lun 4 Marzo 2019 alle 08:30 / articolo letto 394 volte
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta