Berisha 6 - Il pomeriggio non è dei più complicati: osserva a lungo la costruzione dei suoi, e deve soltanto smanacciare un siluro di Medeiros. Il bel piazzato di Veloso gli nega il clean sheet, si consola con un successo che avvicina l'Europa.

Toloi 6,5 - Si limita a sorvegliare, nei primi quarantacinque. Un paio di distrazioni dopo l'intervallo: ridestato dalle iniziative rossoblu, recupera solidità. Al solito cerca l'incursione, quando può: guadagna il fondo e mette al centro uno spiovente velenoso, messo fuori da Biraschi.

Caldara 6 - Un giallo amaro, che gli farà saltare la Lazio. Il piazzato che ne consegue viene capitalizzato beffardamente da Veloso. Neo che non macchia una prova accorta e serena, brivido per il penalty annullato dal VAR a parte.

Masiello 6,5 - Chiude ogni pertugio, anticipi ben eseguiti, senso della posizione da leader. Prova impeccabile, diversi disimpegni efficaci che scatenano l'approvazione dei tifosi di fede nerazzurra.

Castagne 6,5 - La confusione di Migliore apre corridoi che non esita ad attaccare. In contenimento non è pungolato, lui ne approfitta per fornire una spinta costante, e di qualità. Rimedia un giallo che induce Gasperini a sostituirlo. (Dal 54' Hateboer 6,5 - Innesca Ilicic con un colpo di tacco).

De Roon 6 - Palleggia con Freuler e non commette nefandezze in uscita. Abbina al discreto apporto in possesso un'ottima fase di schermo: diversi rammendi che disinnescano sul nascere le ripartenze accennate dai liguri.

Freuler 6 - In avvio spreca da due passi, in virtù dell'equilibrio precario al momento dell'impatto con la sfera. Sanzione evitabile al settantunesimo: sportellata ad Hiljemark punita con un giallo da Fabbri. Non fa danni e s'intende con i compagni.

Gosens 6 - Più accorto rispetto a Castagne: il belga è una furia sul binario di destra, lui prova a presidiare il lato competenza con diligenza. Non mostra il fianco, e chiude senza fronzoli. Un paio di sbavature che non sortiscono effetti.

Cristante 7 - Zuccata d'istinto che innesca la scheggia Barrow. Firma sul raddoppio con il mancino di controbalzo, su invito del Papu. Lieve involuzione nella ripresa, è però catalizzatore delle trame azzurre, con la sua rapidità di pensiero. (Dall'87' Palomino s.v.).

Gomez 6,5 - Rimane a secco, ma è splendido l'assist per il bis di Cristante: uno scavetto dolcissimo, che sorprende il trio difensivo del Genoa. Solita mobilità sul fronte offensivo: nel finale si divora il poker.

Barrow 7 - La nuova gemma del Gasp. Le caratteristiche antitetiche a Petagna e Cornelius lo rendono elemento unico in rosa. Sblocca la gara con una sgasata che ridicolizza Rossettini. Nuova freccia nella faretra orobica. (Dal 61' Ilicic 6,5 - Rientra in grande stile: mancino a giro che vale il terzo centro).

Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 29 Aprile 2018 alle 17:05 / articolo letto 2038 volte / Fonte: Luca Chiarini
Autore: TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta