Le pagelle dell'Atalanta - Palomino gladiatore, male Pasalic

30.08.2018 21:32 di Redazione TuttoAtalanta.com Twitter:   articolo letto 2002 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle dell'Atalanta - Palomino gladiatore, male Pasalic

Gollini 6 - Attento tra i pali nei 120', dal dischetto intuisce, ma non riesce a far il miracolo.

Toloi 6.5 - Sempre preciso in fase di marcatura, si fa vedere anche in quella offensiva con lanci e suggerimenti per i compagni.

Palomino 7 - Nel primo tempo ok, così come nel resto del match, in particolare nell'extra-time. Decisivo su Fischer negli ultimi minuti di match. Come un gol.

Masiello 6.5 - Sempre pronto a chiudere, lotta su ogni contrasto. Con la sua esperienza regge l'urto degli avversari.

Castagne 6 - Più costante rispetto a Gosens. Attento anche in fase difensiva. Prova volenterosa.

Freuler 6 - Non manca l'impegno, prova perde di lucidità nella seconda parte di gara. Gasperini lo cambia al 90' per avere forze fresche. (Dal 90' Pessina 5.5 - Meno arrembante rispetto alle altre volte, non c'è il cambio di passo.)

De Roon 6.5 - Giocatore intelligente, imprescindibile per Gasperini. Con Gomez lotta su ogni pallone, non molla fino al 120'. Perfetto dal dischetto.

Gosens 6 - Tanta corsa sulla fascia. Fa il suo in modo dignitoso anche se con Ankersen nella ripresa ha più di un grattacapo. (Dal 95' Adnan 6 - Forze fresche in campo, dignitoso spezzone)

Pasalic 5 - Due grandi chance sprecate: queste inficiano il suo voto. In fase di non possesso tiene bene la posizione, bravo negli inserimenti, difetta nella conclusione. (Dal 58' Barrow 5.5 - Buona volontà e poco più. Si vede troppo a sprazzi)

Zapata 5.5 - Ancora non al massimo, non replica la gara contro la Roma. Ha una chance, ma la spreca. Non basta il lavoro in fase di sponda. (Dal 54' Cornelius 5 -Buona volontà e poco più. Fatale l'errore dal dischetto)

Gomez 6.5 - Il Papu è l'anima della squadra. Fa a sportellate con i difensori avversari, appena accelerare sono dolori. Sfortunato in occasione del palo, ma soprattutto dal dischetto. Povero Gomez...