Berisha 6 - Attento e concentrato nell'arco dei due tempi, può poco e niente sui tre gol della Roma nel primo tempo.

Toloi 6 - Ha il demerito di farsi sorprendere dal passaggio di Nzonzi per Dzeko che vale lo 0-2 giallorosso, ma anche il merito di dare la scossa a tutta l'Atalanta col suo bel gol dell'ex a inizio ripresa. Uomo in più in fase di impostazione.

Djimsiti 5 - Una partita con sei reti totali non può certo essere la miglior vetrina per un difensore. E l'ex Benevento non è esente colpe quando nel primo tempo ogni occasione della Roma si trasforma in un gol.

Mancini 5 - Primo tempo insufficiente contro la sua possibile futura squadra. Forse sono proprio i rumors di mercato a deconcentrarlo, facendogli soffrire più del dovuto le scorribande offensive di Zaniolo e compagni (Dal 53' Palomino 6 - Riporta ordine ed equilibrio al centro della difesa. Non è un caso che la Dea nella ripresa non subisca alcuna rete, ma abbia fin dalle retrovie la stabilità giusta per concentrarsi sulla rimonta).

Hateboer 6 - Solita prestazione di grande spinta sulla fascia destra, cresce così come tutta la squadra nella ripresa. E spesso diventa imprendibile persino per Kolarov.

De Roon 6 - Il centrocampo dell'Atalanta non gira, almeno per 45 minuti. Ma nella ripresa c'è un netto passo avanti, anche da parte del metronomo olandese.

Pasalic 5,5 - Un po' lento e a volte impreciso, non riesce a fare la differenza in mediana. L'assenza di Freuler si fa sentire eccome in questo reparto del campo.

Castagne 6,5 - Il suo gol di testa in chiusura di tempo riaccende le speranze dell'Atalanta e le consente di andare a riposo con un obiettivo che non sembra impossibile: rimontare. Detto-fatto, Castagne dà il là alla rimonta.

Gomez 7 - Due assist (per Castagne e Toloi) e tante giocate meravigliose. Il 'Papu', insieme a Dzeko, oggi è stato sicuramente il migliore in campo. Ispirato e trascinatore come non mai.

Ilicic 6 - Un bell'assist in profondità per il 3-3 di Zapata e il precedente rigore, poi sbagliato dal colombiano, conquistato dopo il contatto con Kolarov. Ma quel tentativo mancato davanti a Olsen gli toglie almeno mezzo voto (Dall'83' Barrow sv).

Zapata 6,5 - Calcia malamente alto il calcio di rigore del possibile pari, ma neanche un minuto dopo riesce a firmare l'impresa atalantina: da 0-3 a 3-3 e 15° gol in questo campionato di Duvan. Partita non esaltante, ma il suo nome finisce ancora una volta sul tabellino dei marcatori.

Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 27 Gennaio 2019 alle 17:25
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture