Berisha 6 - Nel primo tempo risponde sempre presente sui timidi tentativi dalla distanza dei calciatori del Milan. Nella ripresa, invece, non può nulla sulla sassata vincente di Kessie.

Toloi 6 - Provvidenziale in almeno due occasioni nel primo tempo, quando di testa vanifica l’intervento di un avversario nella sua area di rigore. Insuperabile. Macchia la performance con gli applausi ironici nei confronti di Guida che costano il rosso: un voto in meno.

Caldara 6.5 - Fascia al braccio, saluta l’Atleti Azzurri d’Italia con un’altra buona prestazione a livello di copertura e marcatura: duella ad armi pari contro Kalinic.

Masiello 7 - Segue Suso per tutto il campo e, a causa di un giallo rimediato nel primo tempo, spesso evita contrasti duri. Gioca col freno a mano tirato, ma concede davvero poco e nulla. In pieno recupera firma l’importantissimo 1-1.

Castagne 6 - Fa avanti e indietro sulla fascia, arrivando spesso e volentieri al cross dal fondo. In difesa, contro Calhanoglu e Rodriguez, non rischia davvero nulla. (Dall’80’ Hateboer s.v.)

De Roon 6.5 - Spezza il gioco avversario, andando sempre a lottare su ogni pallone vagante nel settore centrale del campo. Partita maiuscola contro l’ex Bonaventura.

Freuler 6.5 - Dà quel pizzico di qualità in più in mezzo al campo, anche se in alcuni casi non è precisissimo col pallone tra i piedi. Molto meglio nel secondo tempo.

Gosens 6 - Anche lui, come Castagne, tiene costantemente il piede premuto sull’acceleratore. Fa bene entrambe le fasi di gioco, non concede varchi a Suso nella metà campo nerazzurra.

Cristante 6.5 - Fa da collante tra centrocampo ed attacco, anche se in alcune circostanze nel primo tempo è stranamente macchinoso e perde l’attimo per liberarsi del pallone. Nella ripresa sfiora in almeno quattro occasioni il gol. (Dal 71’ Haas 6 - Dà equilibrio nei minuti finali e pulizia nel settore centrale del campo.)

Gomez 6 - Calcia un paio di volte in porta, ma in entrambi i casi colpisce molto male il pallone. Si sacrifica tanto per il bene della squadra e lotta da leader vero per tutto il campo.

Barrow 6 - Si muove molto e non dà punti di riferimento ai difensori avversari, ma spesso commette qualche errore di gioventù lasciando “libera” l’area al momento dei cross dalle corsie laterali. Prova comunque sufficiente. (Dal 55’ Ilicic 6.5 - Tocca un’infinità di palloni, fa salire la squadra e firma l’assist per l’1-1 di Masiello.)

Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 13 Maggio 2018 alle 20:05 / articolo letto 1952 volte / Fonte: Dennis Magrì
Autore: Twitter @tuttoatalanta / Twitter: @tuttoatalanta