Una Fiorentina made in Zingonia verrebbe da dire, se non fosse che Pazzini il capoluogo toscano l'ha lasciato da tempo. In cima alla lista c'è Delio Rossi, attualmente tecnico della Fiorentina, che alla guida dell'Atalanta ha sfiorato nella stagione 2004/2005 una storica salvezza. La squadra con lui è rinata ed ha comunque lasciato il massimo campionato tra gli applausi. La sua parentesi a Bergamo è stato un vero e proprio trampolino di lancio che l'ha visto allenare prima la Lazio e poi il Palermo, con il quale ha raggiunto addirittura la finale di Coppa Italia, persa poi contro l'Inter. Nel corso della stagione, più che difficoltosa per la Viola, Delio Rossi è subentrato a Mihajlović.

Un altro grande ex sarà Riccardo Montolivo, cresciuto nelle giovanili nerazzurre ed approdato a Firenze nel 2005. Sembra però che il suo futuro non sarà più con i gigliati, ma bensì al Milan. Figlio di Zingonia lo è stato anche Andrea Lazzari, che prima di arrivare a vestire la casacca viola, si è reso protagonista soprattutto con il Cagliari. Decisamente meno giovane è Cesare Natali, 33enne, che ha vestito la maglia dell'Atalanta in ben 4 parentesi diverse, mentre dal 2009 è giunto in terra toscana. Un buon ricordo non l'ha lasciato invece Alessio Cerci, che a Bergamo era stato acquistato per potergli permettere di fare il salto di qualità. Un talento sopravvalutato in terra orobica ma letteralmente rinato a Firenze, dove sembra aver trovato l'ambiente ideale. Per quanto riguarda l'Atalanta, solo uno è un ex fiorentino. Si tratta di Thomas Manfredini, che ha vestito la maglia viola nel 2004 (appena 11 presenze.

Sezione: L'angolo degli ex / Data: Ven 27 Aprile 2012 alle 10:00 / articolo letto 1376 volte
Autore: Enea Zampoleri