Il Carpi sta provando a fare un miracolo puntando a una salvezza sulla quale in pochi, in questo momento, scommetterebbero. Alla rosa in mano a Sannino però, in questa prima parte di campionato è mancato sicuramente più di qualcosa, in primis un portiere che regalasse sicurezza a una retroguardia comunque in difficoltà. In estate l'arrivo di Zeljko Brkic, arrivato dall'Udinese, sembrava poter risolvere questo problema visto il buon rendimento passato dell'estremo difensore serbo, ma in campo questa speranza non si è mai tradotta in verità. Il portiere è stato uno dei giocatori dal peggiore rendimento della squadra che fu di Castori, superato nelle gerarchie prima dal secondo Benussi e poi dal terzo Belec, con il quale Sannino ha vinto la prima partita in Serie A della storia della società emiliana. Brkic dovrà lavorare forte per tornare in testa alle gerarchie dell'allenatore, perché altrimenti rischierà di passare da potenziale protagonista a panchinaro costretto a osservare i compagni con la coperta sulle gambe.

Sezione: L'avversario / Data: Ven 9 Ottobre 2015 alle 11:00 / articolo letto 1272 volte
Autore: Twitter @tuttoatalanta / Twitter: @tuttoatalanta