Durante la prima amichevole stagionale, già sventolavano bandiere colombiane in tribuna. Soltanto quindici minuti per Luis Muriel, ma l'entusiasmo al primo pallone toccato ha dato un segnale inequivocabile: l'Atalanta e il suo popolo si aspettano molto dall'attaccante sudamericano. Il giocatore non si è tirato indietro e già dai primi allenamenti con la nuova maglia non ha mai tirato indietro la gamba, l'intensità del Gasp non lo ha di certo spaventato. Tutti avevano dubbi dopo l'infortunio, ma nonostante tutto il giocatore sembra essere già tornato in forma in vista della prossima stagione. 

Gol e giocate, subito applausi - Il pubblico di Bergamo vuole il bel calcio e già nell'allenamento di ieri Muriel ha dimostrato di poter accontentare tutti. Diversi gol durante la partita a campo ridotto, ma la questione principale non riguarda i numeri: velocità di esecuzione e intelligenza tattica, un qualcosa in più per un attacco che ha già dimostrato di avere giocatori di qualità. 

Disposizione in campo - L'unico nodo da sciogliere rimane il ruolo che occuperà il colombiano nel gioco di Gasperini. L'ipotesi più concreta al momento resta quella di vice Zapata, un uomo in più per poter affrontare tante partite. Non è da escludere un cambio in corsa con i due colombiani in attacco e Gomez (o Ilicic), sulla trequarti. Terza opzione, ma meno probabile, riguarda quella del 3-4-2-1 con il giocatore ex Fiorentina sulla trequarti, con la possibilità di allargarsi sulla corsia in un 3-4-3 in fase di possesso palla. Idee tattiche a parte, c'è un dato certo: Muriel corre e segna, quello che chiede il tecnico nerazzurro.

Sezione: Altre news / Data: Dom 21 Luglio 2019 alle 12:00 / Fonte: TuttoMercatoWeb.com
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print