Ecco le parole di mister Gian Piero Gasperini all'interno della sala stampa dello stadio Tardini che ha così analizzato il pareggio contro la Fiorentina, arrivato in pieno recupero.

La squadra c'è?
"All'ultima azione la squadra ha impedito di perdere una partita in cui la sconfitta sarebbe stata ingiusta".

Una partita di grande lotta e coraggio, ma la squadra ha fatto fatica.
"Emotivamente ero coinvolto, uscire in un'area così era impossibile uscire. Abbiamo controllato bene, poi Chiesa ha fatto una giocata fantastica. Anche in spazi grandi abbiamo fatto fatica. Ho visto dei numeri molto importante, se Zapata tira fuori è una grande occasione. Sono comunque opportunità da gol, certe partite non sono facili sul piano tecnico. Il gol tolto lascia molto rammarico".ù

Pasalic e Malinovskyi?
"Malinovskyi era brillantissimo, siamo convinti che farà bene. Nel nostro assetto tattico non è un attaccante né un centrocampista. Ci cambia l'assetto del gioco, ma può essere un alternativa e oggi ha giocato bene".

Quanto conta il pareggio?
"Palomino ha fatto un autogol dopo una partita straordinaria, quella palla persa è stata sfruttata meglio. Però sono contento, non era facile giocare bene contro Chiesa e Ribery, ma questa è la nostra voglia di interpretare le partite. La reazione è quella di una squadra di carattere, avevamo molta più qualità. Peccato che non c'è stato qualche minuto in più".

Un pensiero su Montella?
"Non è una domanda che dovete fare a me, ma la Fiorentina è un'ottima squadra. La squadra ha delle risorse anche in panchina.

Come valuta l'episodio razzista?
"I cori non li ha sentiti nessuno, poi se qualche imbecille ha detto qualcosa è diverso. È grave, succede in tutti gli stadi, anche a Firenze. Bisogna stare attenti. Bisogna condannare il razzismo, ma non possiamo andare a cantare. Non facciamo queste cose, anche perché si riportano diversamente".

Ha fatto troppi cambi?
"Noi giochiamo partite molto tirate, in nove giorni giochiamo quattro partite. È difficile far giocare sempre Ilicic e Zapata, speriamo di tornare anche sul nostro campo, anche perché ne abbiamo giocato praticamente otto fuori casa. Abbiamo bisogno di far giocare tutti perché ci torneranno utili. Vedremo cosa fare con Kjaer e Arana, è normale che i nuovi abbiano bisogno di tempo".

Il 4-2-3-1 può essere una soluzione?
"Il 4-2-3-1 abbiamo iniziato già a farlo, non è facile sostenerlo tutta la partita. Cambia anche il modo, ma è una soluzione. Anche oggi ci ha dato buoni risultati".

Le fatiche di questi giorni possono influenzare sul match contro la Roma?
"La partita di Roma, giochiamo tra tre giorni. Quando esci da questo tipo di partite usciamo più consapevoli, dobbiamo stare attenti, quando noi giochiamo ogni quattro giorni abbiamo visto che ci sono bei risultati, quando si gioca ogni tre giorni si è più a rischio".

Sezione: Altre news / Data: Dom 22 Settembre 2019 alle 20:40
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print