Non soltanto 58 assist. Alejandro Gomez li ha ricordati via social prima dell'addio all'Atalanta: da quando è arrivato in nerazzurro, nessun altro calciatore di Serie A ne ha realizzati di più. Una goccia nel mare che il Papu ha rappresentato per la Dea in questi sei anni e mezzo di militanza nerazzurra. Perché a quegli assist vanno aggiunte le 50 reti siglate dall'argentino con la maglia dell'Atalanta nel massimo campionato italiano. Così, il percorso di Gomez in Serie A dal 2014 a oggi racconta di 108 reti realizzate dalla squadra di Gasperini, in maniera sostanzialmente diretta grazie al suo Diez. Se consideriamo che nello stesso periodo i nerazzurri hanno segnato un totale di 417 marcature, allora il 13,9 per cento delle reti della Dea in Serie A porta impressa la firma di Gomez. È un numero incredibile, soprattutto se consideriamo che non si parla di un centravanti e neanche di un attaccante vero, ma di un centrocampista offensivo. E non finisce qui.

In Europa si sale. Anche grazie a Gomez, dal 2017 l'Atalanta è diventata una presenza fissa nelle coppe europee. Tra Europa League e Champions, i nerazzurri di Gasperini hanno siglato la bellezza di 44 gol. Gomez, da parte sua, ne ha segnati sei, mettendo a referto altrettanti assist: vuol dire che il 27 per cento delle marcature europee portano indelebile il graffio del Papu. Da domani, non sarà più così. Magari la questione si è chiusa nel migliore dei modi per tutti, ma sono gol che l'Atalanta non avrà e dovrà cercare in qualche altro giocatore.

Sezione: Altre news / Data: Mar 26 gennaio 2021 alle 16:40
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print