È stato il turno dell'ex capitano dell'Atalanta e oggi vice della Primavera nerazzurra Giampaolo Bellini parlare alla Gazzetta dello Sport: "Nonostante la sconfitta col Torino, resto fiducioso sulla Dea. Ha creato moltissime occasioni e Sirigu è stato strepitoso in più circostanze. C'è stato qualche errore in fase difensiva, in primis su palle inattive, ma ci può stare, siamo solo all'inizio. Credo che la strada sia giusta, ora bisogna ridurre il margine di errore. La Champions League? Si crede nell'ambiente che il Gruppo C sia semplice, ma per fortuna la voce non gira negli spogliatoi. Shakhtar e Dinamo Zagabria non sono superiori, ma siamo in Champions e sottovalutare gli avversari non deve esistere. E si immagina un successo col City: quante squadre ci sono riuscite? A Bergamo un risultato simile sarebbe ricordato in eterno...".

Qualche parola anche su Simon Kjaer, difensore appena arrivato dal mercato al posto di Skrtel: "Un difensore vero, si adatta a più sistemi di gioco. Copre, costruisce da dietro, è pericoloso pure in fase offensiva. Un profilo da Dea, un profilo per Gasperini".

Sezione: Altre news / Data: Ven 13 Settembre 2019 alle 12:30
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print