E' stato ufficialmente presentato ieri, l'ormai ex Atalanta, Gianluca Mancini. Il difensore, classe 1996, è arrivato nella Capitale così: "Sono contento di stare qui, devo ancora migliorare tanto su vari aspetti come la rapidità e le marcature a zona, essendo abituato a quelle a uomo. Darò il massimo per questa maglia, sono onorato di giocare con questa maglia".

Cosa ti ha chiesto Fonseca?
"Il mister mi ha parlato, mi ha detto alcune situazioni tattiche da sviluppare in campo. Difesa alta, grande pressing e circolazione di palla. Vuole impostate il gioco dal basso. Ci dice di non avere paura e rimanere alti, per non far ragionare l'avversario. Pressione? Nel mondo del calcio ci deve essere, ma giusta, positiva, non quella di sbagliare. Faccio parte di una squadra fantastica, quindi sono pressioni positive".

Chi ti ha impressionato di più dei tuoi nuovi compagni?
"Ce ne sono tanti, la rosa è molto forte. Se devo fare un nome però dico Kolarov".

Per un giovane come te, la carriera di De Rossi cosa rappresenta?
"Non la devo raccontare io, lo seguivo da quando avevo 10 anni. Tutto quello che ha fatto è straordinario. Essere qui, dove lui ha passato tutta la sua vita sportiva è un motivo di orgoglio".

A gennaio sei stato vicino alla Roma...
"Ci sono state delle chiacchierate e poco di concreto. Non era mia intenzione trasferirmi a gennaio, volevo finire la stagione all'Atalanta. In estate quando il mio agente mi ha parlato della Roma non ho mai avuto alcun dubbio sulla scelta da prendere".

Spinazzola ha parlato delle somiglianze tra Fonseca e Gasperini...
"Ho fatto solo cinque allenamenti, ma posso dire che è vero. Rivedo qualcosa di Gasperini, come intensità e dispendio fisico molto, anche se alla fine ognuno ha le sue idee". 

Il passaggio dalla difesa a 3 a 4 è così problematico? 
"Il cambiamento ho avuto la fortuna di averlo fatto già in nazionale, diciamo che sono abituato anche a giocare a 4. Devo capire io cosa vuole il mister. Il mio compagno ideale? Sono tutti forti da quello che ho visto, Juan e Fazio sono grandi giocatori, da cui devo solo imparare".

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

L’emozione di vestire questa maglia non si può spiegare con semplici parole. La Roma è storia, passione, Grandezza. La Roma è la Roma. È il mio desiderio che diventa realtà. L’ho voluto con tutto me stesso, ho lottato per un giorno così e adesso sono pronto per cominciare. Non vedo l’ora! Per dare l’anima in campo verso grandi traguardi insieme. Perché è solo l’inizio. Ringrazio chi mi ha voluto qui, la mia famiglia, il mio agente, chi ha creduto in me. Sento addosso la voglia di dimostrare di valere questi colori, la storia di questo club e di questa città. Speciale, da sempre e per sempre. Io sono pronto. Forza Roma, daje!!! ❤ #ForzaRoma #start #ready @officialasroma

Un post condiviso da Gianluca Mancini (@gianlumancio_23) in data: 18 Lug 2019 alle ore 11:10 PDT

Sezione: Altre news / Data: Mer 24 Luglio 2019 alle 07:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print