Il sapore della vittoria stavolta "e' incredibile". Perché a 19 anni Jannik Sinner la sua scalata alla prima finale in un Masters 1000 l'ha messa a segno come solo i campioni sanno fare.  "È incredibile, sono contentissimo - le parole del talento azzurro - semifinale difficile da giocare, con Bautista è stata una dura battaglia. Vincere oggi vuol dire tanto per me. All'inizio eravamo tutti e due un po' tesi,  non era facile giocare bene c'era vento. Ma io ho cercato di servire meglio, muoverlo di più, mischiare le carte, questa è stata la chiave della gara". Missione compiuta, a Miami il sogno continua.

Sezione: Altri Sport / Data: Sab 03 aprile 2021 alle 00:40
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print