Avanti piano, se non pianissimo. L'Atalanta lavora a nuovi colpi di mercato dopo avere aggiunto la tessera Skrtel. Finora un colpo per reparto, ma con l'idea di rinforzarsi ancora, magari negli ultimi giorni di mercato, qualora si presentasse l'occasione.

POST RECA - Arrivato un anno fa per circa 4 milioni di euro, il polacco è in uscita. Piace alla SPAL - come possibile sostituto di Fares dopo l'infortunio - non ha mai convinto Gian Piero Gasperini che lo ha utilizzato pochino nella scorsa annata, poco in questo ritiro. Anche Musa Barrow ha un piede fuori dalla porta, perché vorrebbe giocare di più. Possibile prestito formativo anche per Ibanez, arrivato a gennaio, mentre Pessina e Valzania dovrebbero salutare temporaneamente: interessi in Serie A. Incedibili invece i big, Duvan Zapata rimarrà dopo che l'Inter ha concluso l'acquisto di Lukaku, Gosens piace allo Schalke ma non si muoverà.

OBIETTIVI SENSIBILI - Paradossalmente l'Atalanta ha ancora da completare la rosa. Arrivato Skrtel, sì, ma è possibile che Gasperini chieda un altro difensore (veloce) per completare un reparto che nelle partite in Inghilterra ha ballato (e per buona parte della scorsa stagione, aiutato però da un attacco atomico), mentre servirà quasi certamente un laterale a sinistra dopo l'infortunio al menisco per Castagne. Un'operazione da ultimi giorni, per completare la rosa e dare un'ulteriore alternativa in vista Champions. E davanti? Riflessioni in corso, Verdi è un nome che piaceva ma il Torino è troppo avanti, Politano sarà sbloccato in caso di ulteriori acquisti, Farias è quasi sfumato, Defrel piace ma non è in pole. Qualcuno arriverà, ma senza fretta.

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 12 Agosto 2019 alle 20:45 / Fonte: di Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print