L'emergenza purtroppo è arrivata. Un ginocchio capriccioso di Castagne e la squalifica di Hateboer costringeranno Gian Piero Gasperini ad apportare qualche modifica sulla corsia destra in vista del match di questa sera con la SPAL. Dalla parte opposta la situazione è praticamente la stessa, con Robin Gosens unico titolare: il mercato invernale si avvia verso la chiusura, la società nerazzurra dovrà cercare una valida alternativa da regalare al tecnico di Grugliasco in vista del girone di ritorno, senza dimenticare l'ottavo di Champions League con il Valencia.

EMERGENZA ESTERNO - Un Monday Night con il solito testa-coda che rischia di far saltare i piani orobici. Nel match di questa sera il Gasp dovrà rinunciare a due esterni di ruolo: Hateboer è squalificato, mentre Gosens non è riuscito a recuperare i fastidi al ginocchio che risalgono al match di San Siro con l'Inter.
Probabilmente non ci sarà un cambio di modulo - anche se l'allenatore atalantino è abituato a mescolare le carte quando c'è da fronteggiare una situazione di emergenza -, ma soltanto l'adattamento di un centrocampista. Non solo, in dubbio ci sarà anche il Papu Gomez per via di un problema alla caviglia che rischia di complicarsi. Una sfida con alcune incognite e diverse insidie per i nerazzurri, ma da vincere assolutamente.

COLPO IN VISTA? - Considerate le esigenze e le richieste del tecnico a chi gioca sulle corsie laterali, gli uomini mercato dell'Atalanta dovranno cercare valide alternative in questa sessione. Non sarà facile muoversi nel mercato invernale, al momento non ci sono piste concrete da poter seguire. Il profilo ideale rimane quello dell'esterno tutta fascia in grado di compiere le due fasi durante l'arco dei 90'. Non solo, chi spinge deve farlo con costanza e anche con un bel po' di qualità per supportare al meglio le punte. Missione non semplice, ma un colpo in questi ultimi giorni di mercato sarà necessario per poter ritoccare al meglio la rosa.

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 20 Gennaio 2020 alle 11:15
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print