Le gufate milanesi hanno avuto effetto, Dea anestetizzata e lotta Champions apertissima. L’Atalanta scesa in campo a Reggio Emilia commette il grave errore di adeguarsi ai ritmi bassi del Sassuolo e gioca un primo tempo al risparmio, concedendo persino l’harakiri, con la folle uscita di Gollini, che lascia la propria squadra in dieci dal 22'.

Un errore di valutazione gravissimo, superficiale, che condiziona enormemente l’andamento del match ed oserei dire il proseguo della stagione. A questo punto direi che è doveroso fare una scelta drastica, la porta in queste cinque finali, sarà da affidare senza indugi a Sportiello.

Comunque il portiere nerazzurro non è l’unico giocatore andato in difficoltà in questa trasferta emiliana. Pure i totem Freuler e Toloi sono apparsi in  difficoltà contro la dinamicità degli avversari neroverdi e pure la pericolosità offensiva è stata più limitata del solito, nonostante un Duvan Zapata che ha giocato per due, riuscendo per un’ora a far reparto da solo.

Malgrado l’inferiorità numerica, la banda del Gasp si porta avanti con un grandissimo Robin Gosens, rientrato dalla squalifica in forma smagliante. Ma all’inizio della ripresa, un fallo di Toloi (punizione severa di Pairetto), causa un rigore per il Sassuolo. Lo realizza Berardi, che impatta il match e costringe la Dea a rincorrere il successo sempre in inferiorità numerica.

Da lì in poi succede di tutto: gol annullato al Sassuolo, clamorosa parata di Consigli, su conclusione a botta sicura di Hateboer e rigore fallito dal subentrato Muriel (al posto di Zapata, cambio molto discutibile).

Purtroppo gli errori da matita rossa del Mapei Stadium, sono attribuibili agli stessi interpreti degli errori dell’ultimo match esterno, quello disputato all’Olimpico di Roma.

Gollini e soprattutto Muriel stan diventando croce e delizia per questa Dea, che ora non ha più margini d’errore.

I prossimi match contro Parma e Benevento non possono essere sbagliati in nessuna maniera, prima del rush finale dell’ultima settimana, che varranno un’autentica tesi di laurea per questa splendida, ma imprevedibile squadra.

Sezione: Copertina / Data: Lun 03 maggio 2021 alle 17:45
Autore: Mister 'X'
Vedi letture
Print