Percassi può sorridere, quota salvezza raggiunta, ora largo ai sogni! 

In un match alla vigilia ricco di insidie, in casa di una compagine alla disperata ricerca di punti salvezza e dopo l'approdo infrasettimanale alla finale di coppa Italia, l'Atalanta porta a casa tre punti fondamentali per la rincorsa Champions, raggiungendo quota 40 punti. Partita giocata al piccolo trotto da parte di entrambe le squadre. Ovviamente era difficile ipotizzare la solita intensità per la banda del Gasp, che ha saputo portare pazienza, contenere le timide folate dei sardi e prendere in mano il match negli ultimi venti minuti, grazie soprattutto agli innesti dalla panchina, che han saputo dare quella marcia in più.

Ovviamente il gol decisivo non poteva che siglarlo il dodicesimo uomo per eccellenza, quel Luis Muriel che appena ha l'occasione per far male, la coglie, diventando letale per le difese avversarie.

Questo successo chiude un filotto incredibile di partite ravvicinate ed ora è giusto fare un bilancio, o meglio un raffronto, con la stagione passata.

A pari giornate, la squadra di Gasperini ha un punto in più in classifica, è in finale di coppa Italia (l'anno scorso uscita al primo turno) ed agli ottavi di Champions, stesso risultato, ma avendo ottenuto nel girone, ben quattro punti in più rispetto l'anno passato.

Un successo su tutti i fronti insomma, se si pensa soprattutto alle vicissitudini riguardanti il Papu Gomez e la mancanza di tempo per potersi allenare come si deve. Domenica contro il Napoli ci sarà un test importantissimo, per tastare la volontà di tornare nella massima competizione continentale anche nella prossima stagione, cercando di non pensar troppo al match che si presenterà tre giorni dopo, la sfida dei sogni contro il Real.

Sezione: Copertina / Data: Lun 15 febbraio 2021 alle 22:00
Autore: Mister 'X'
Vedi letture
Print