Tris Dea, basta un'accelerata nella ripresa e la matricola Spezia è affossata. L'Atalanta porta a casa tre punti importantissimi, riprendendosi subito dalla sconfitta milanese di lunedì scorso.

Eppure la prima frazione di gara non prometteva nulla di buono: ritmi bassi, poca precisione e liguri in palla, hanno fatto presagire che da un momento all'altro, si potesse capitolare. Parecchi errori tecnici da parte di molti dei giocatori in campo, dovuti probabilmente a carichi di lavoro importanti e testa rivolta al prossimo impegno di Champions.

Ma l'Atalanta ha saputo tener botta, grazie anche ad un sicurissimo Sportiello e all'intervallo ha rinfrescato le idee, mantenendo in campo gli stessi interpreti dell'opaco primo tempo. Ed i protagonisti del match diventano i componenti del trio d'attacco. In primis Pasalic, autore di una doppietta e capace di riproporre quegli inserimenti, dei quali ci aveva abituato bene. Muriel il solito gioiello, un destro a giro con la testa rivolta al pallone, indirizzato quasi con la mente nel sette. E poi Ilicic, passato da quasi sostituto, ad assist man sulla prima marcatura.

Chiusa la pratica Spezia, ora la testa va subito allo storico match di martedì, che vedrà la Dea ospite del Real Madrid. L'attesa è per capire chi saranno gli undici titolari. I dubbi soprattutto si avranno in mezzo al campo e davanti. Sarà fondamentale ricercare l'interprete ideale che andrà a sostituire lo squalificato Freuler e grande curiosità desterà la scelta sugli interpreti del tridente offensivo.

Servirà pazienza ma anche tanto coraggio. Il miglior attacco d'Italia deve puntare sui suoi giocatori di maggiore qualità, in Champions per passare i turni occorre essere audaci e per centrare l'impresa madrilena, bisognerà osare...

Sezione: Copertina / Data: Sab 13 marzo 2021 alle 09:35
Autore: Mister 'X'
Vedi letture
Print