Questa mattina a Reggio Emilia, presso la Sala del Tricolore, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della finale di Coppa Italia Atalanta-Juventus, in programma il prossimo 19 maggio al Mapei Stadium, impianto del Sassuolo Calcio. Sono intervenuti fra gli altri il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, l'amministratore delegato della Lega di Serie A Luigi De Siervo, l'amministratore delegato di Tim Luigi Gubitosi e il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi. Presenti fra gli altri anche Giovanni Carnevali, a.d. del Sassuolo, e Andrea Fabris, segretario generale del Sassuolo Calcio. Ecco le parole dell'a.d. della Lega Luigi De Siervo: "Ripartiamo da uno stadio, il Mapei Stadium, che Giovanni Carnevali con il mister De Zerbi ha dimostrato come si possa competere con la forza delle idee con i top club. Siamo un Paese che si distingue per tanti aspetti ma vorrei richiamare la capacità di grande resilienza, guardando al futuro con ottimismo. Ci sarà il ritorno del pubblico, lo faremo attraverso una app che si chiama Mitiga, dove sarà possibile caricare e registrare il proprio biglietto, sarà necessario il tampone entro 48 ore, sarà una prova generale per il futuro. Tim probabilmente è la sponsorizzazione della storia dello sport. Siamo insieme da 25 anni e gli italiani devono ringraziare Tim per quello che fa. E' una manifestazione innovativa. La prima con Crypto.com, il nuovo sponsor, siamo la prima lega dopo la NBA a fare un'operazione di questo tipo, sarà possibile mettere in vendita dopo la finale alcuni prodotti, tra cui oltre agli highlights, anche un'opera di Diego Perrone che verrà destinato a un'asta benefica. Proveremo a portare nelle case di italiani una finale unica. E' la prima volta che si produrrà una partita di calcio in Italia con 30 telecamere, le stesse modalità per il Clasico in Spagna. I protagonisti del Mapei Stadium saranno raccontati in una maniera unica. Ringrazio anche i presidenti Gravina e Dal Pino perché è bene ricordare dove eravamo un anno fa. E se il movimento è ripartito per la coesione di questo gruppo di dirigenti sportivi, con tutti i club ovviamente, che hanno dato una riprova importante. Nulla si sarebbe potuto fare quest'anno se non fossimo stati uniti".

De Siervo e Gubitosi hanno risposto anche alle domande dei cronisti presenti.

Come sarà possibile accedere allo stadio?
De Siervo: "Sui biglietti posso dire che i club stanno definendo un protocollo, è una facoltà dei club poi su come effettuarlo, ma è una scelta già compiuta. Non verranno regalati ma verranno messi in vendita, poi i club decideranno come".

Juve-Atalanta fu anche la prima partita dopo la ripartenza, un altro segnale importante.
Gubitosi: "Una giornata di sport, di unità nazionale. Si inizia a intravedere la luce in fondo al tunnel, chiaramente lo diciamo con cautela. Benvenga ripartire da questa partita a Reggio Emilia". 

Le possibili sanzioni alla Juve sul caso SuperLega?
De Siervo: "Mi auguro che non ci sia alcun tipo di esclusione. Ha già parlato il presidente Gravina, ha spiegato quella che sarà la norma italiana, ribadendola nel prossimo consiglio federale. C'è ancora un tempo in cui le diplomazie sono a lavoro. E' giusto seguire le cose con grande attenzione, io resto ottimista".

La riapertura al 20% è al netto degli addetti ai lavori?
De Siervo: "E' al 20% di pubblico. Questa è una decisione che spetta al CTS. Agli internazionali di tennis è sufficiente la mascherina, nello stadio invece è stato deciso un protocollo un po' più severo, gestiremo comunque questa fase nel rispetto delle regole".

Conferenza presentazione finale Coppa Italia
Conferenza presentazione finale Coppa Italia
Conferenza presentazione finale Coppa Italia
Conferenza presentazione finale Coppa Italia
Sezione: Coppa Italia / Data: Ven 14 maggio 2021 alle 08:30
Autore: Lorenzo Casalino / Twitter: @lorenzocasalino
Vedi letture
Print