Tutti ammessi all’anno successivo, ma senza 6 politico. Sarebbe questo, riferisce repubblica.it, il testo del decreto legge sulla Scuola approvato in mattinata dal Consiglio dei Ministri (la seduta è attualmente sospesa). Gli alunni saranno infatti ammessi all’anno successivo con i voti corrispondenti all’impegno dimostrato nell’anno in corso e nella didattica a distanza.

Due scenari per la maturità. Se si tornerà a scuola entro il 18 maggio, sarà l’esame che conosciamo tutti, con qualche piccola differenza. In caso contrario, la valutazione finale deriverà da un unico esame orale. Stessa data spartiacque per gli esami di terza media: rimodulati con l’eliminazione di una o più prove in caso di ritorno entro il 18 maggio, viceversa salteranno.

Sezione: #Coronavirus / Data: Lun 06 aprile 2020 alle 15:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print