Il Cdm ha approvato il provvedimento che farà da cornice al nuovo Dpcm di dicembre. Il testo è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale e prevede che dal 21 dicembre al 6 gennaio vengano vietati gli spostamenti tra i territori di regioni diverse e province autonome. Nelle giornate del 25 e 26 dicembre, e dell'1 gennaio, inoltre, stop a tutti gli spostamenti fra Comuni, salvo comprovate esigenze lavorative o di salute.

La differenza col DPCM. Senza addentrarci in eccessivi tecnicismi, si tratta di un provvedimento con forza di legge, utilizzato in questo caso dal Governo utilizza per avere maggiore copertura costituzionale rispetto a norme limitative della libertà di circolazione. È un atto di rango superiore ai DPCM, che lo andranno comunque a integrare, e che a partire da ora avranno validità di 50 giorni e non più di 30 giorni come è sempre stato finora.

Le regole generali per le feste. Il Decreto Spostamenti, di cui potete consultare qui il testo integrale, prevede appunto il divieto di spostamenti tra regioni, a prescinde dal colore, dal 21 dicembre al 6 gennaio. Inoltre, nei giorni del 25 e 26 dicembre, come pure l’1 gennaio, sarà vietato spostarsi anche tra comuni della stessa Regione. Restano possibili gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute, così come quelli per rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione. Regole particolari sono infine dettate per quanto riguarda le seconde case: il trasferimento verso queste ultime sarà possibile soltanto se situate in altro comune della stessa regione di residenza, fatta eccezione per i giorni del 25 e 26 dicembre e dell’1 gennaio, nei quali sarà invece vietato. A queste limitazioni si andranno poi ad aggiungere quelle previste dal nuovo DPCM, ancora in fase di approvazione e del quale filtrano diverse indiscrezioni, ma che sarà spiegato nel dettaglio da Conte questa sera.

Il nuovo decreto approvato dal Cdm - e firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella - è composto di due soli articoli e serve a dare "copertura" proprio alla stretta natalizia. Permette anche a Conte di firmare un Dpcm che duri fino a 50 giorni (ora il limite è 30) e quindi di fissare la scadenza del decreto in vigore dal 4 dicembre anche oltre l'Epifania.

SCARICA IL PDF E LEGGI QUI 

Gazzetta Ufficiale
Gazzetta Ufficiale
Sezione: #Coronavirus / Data: Ven 04 dicembre 2020 alle 13:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print