Mario Draghi ha giurato al Quirinale. Nel governo Draghi molti i politici, tante le conferme, ma ai tecnici vanno tutti i ministeri chiave. La nuova squadra di ministri, che registra anche un terzo di donne, è formata e dà spazio a tutti i partiti dell'ampia maggioranza che sostiene l'esecutivo, con - appunto - figure di fiducia del premier in dicasteri chiave. Ora manca il giuramento, in agenda alle 12, e poi si terrà il primo Consiglio dei ministri. A metà settimana (da mercoledì al Senato) toccherà infine alle Camere votare la fiducia e a quel punto inizierà la corsa contro il tempo. A riferirlo SkyTg24. 

LA LISTA COMPLETA DEI MINISTRI 

Ecco la lista presentata al presidente della Repubblica. Confermati nella  squadra di governo 9 ministri del governo Conte II, anche se non tutti nei dicasteri guidati nel precedente esecutivo

SOTTOSEGRETARIO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - Roberto Garofoli. Classe 1966, tarantino, magistrato da oltre 25 anni, Garofoli è stato capo di gabinetto all'Economia del Conte I, con Giovanni Tria ministro.

GIUSTIZIA Marta Cartabia. Classe 1963, originaria di San Giorgio su Legnano. Nel dicembre 2019 è diventata la prima donna eletta presidente della Corte Costituzionale, votata all'unanimità dai giudici della Consulta

INTERNO - Luciana Lamorgese. Classe 1953, potentina, è stata prefetto di Milano dal 13 febbraio 2017 all'1 ottobre 2018. E ha svolto numerosi incarichi prima di diventare ministro nel settembre 2019 nel governo Conte II

ESTERILuigi Di Maio.  Classe 1986, avellinese, nel settembre 2019 è diventato il più giovane della  storia della Repubblica a guidare il dicastero che lo vedrà impegnato ancora. Nel 2013 era diventato a soli 26 anni il più giovane vicepresidente della Camera

DIFESALorenzo Guerini. Nato a Lodi nel 1966, è stato direttore del Copasir tra il 2018 e il 2019. Prima era stato sindaco della sua città e deputato

ECONOMIA E FINANZE - Daniele Franco. Classe 1953, è nato a Trichiana, nel Bellunese. Ha una lunga carriera professionale nella Banca d’Italia, di cui è diventato direttore generale il 1° gennaio 2020

SVILUPPO ECONOMICO - Giancarlo Giorgetti. Classe 1966, nato nel Varesotto, è stato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del primo governo Conte, essendo tra i protagonisti della trattativa che ha portato all'esecutivo giallo-verde

INFRASTRUTTURE E TRASPORTI - Enrico Giovannini. Classe 1957, romano, è stato presidente dell'Istat dal 2009 al 2013. Poi è stato ministro del Lavoro e delle Politiche sociali con Enrico Letta premier

LAVORO E POLITICHE SOCIALIAndrea Orlando. Spezzino, classe 1969, è stato ministro dell'Ambiente nel governo Letta e ministro della Giustizia nei governi Renzi e Gentiloni

AGRICOLTURA Stefano Patuanelli. Classe 1974, dal 2011 al 2016 è stato consigliere comunale a Trieste, la sua città di origine. Nel Conte II è stato ministro dello Sviluppo economico

SALUTE - Roberto Speranza. Classe 1979, potentino, è stato eletto in Parlamento per la prima volta nel marzo del 2013. E' diventato ministro della Salute nel 2019 nel Conte bis e si è trovato a fronteggiare la pandemia di Covid-19

ISTRUZIONE - Patrizio Bianchi. Classe 1952, nato a Ferrara, dove è stato rettore dal 2004 al 2010. E' stato assessore all'Istruzione, Università e Lavoro in Emilia-Romagna con Vasco Errani e Stefano Bonaccini. E' stato chiamato per la task force per la riapertura delle scuole nel settembre 2020, dopo la prima ondata di coronavirus

AMBIENTE E TRANSIZIONE ECOLOGICA - Roberto Cingolani. Milanese, classe 1961, è un fisico. Da settembre 2019 è responsabile dell'innovazione tecnologica di Leonardo Dal 2005 al 2019 è stato direttore scientifico dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Renato Brunetta. Veneziano, classe 1950, ha ricoperto lo stesso ruolo tra il 2008 e il 2011 durante l'esecutivo guidato da Silvio Berlusconi

RAPPORTI CON IL PARLAMENTOFederico D'Incà, confermato. Classe 1976, bellunese. Nel 2016 ha ricoperto il ruolo di vice presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione

AFFARI REGIONALI E AUTONOMIEMariastella Gelmini. Classe 1973, nata a Leno (Brescia), è stata ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca tra il 2008 e il 2011 con Berlusconi al governo

INNOVAZIONE TECNOLOGICA E TRANSIZIONE DIGITALE - Vittorio Colao. Bresciano, classe 1961, per quasi 20 anni, in due periodi diversi, è stato manager di Vodafone. Nell'aprile 2020 è stato chiamato da Conte alla guida della task force per affrotnare la fase 2 dell’emergenza coronavirus

SUD E COESIONE TERRITORIALE - Mara Carfagna. Classe 1975, salernitana, è stata ministro per le Pari opportunità tra il 2008 e il 2011 con Berlusconi presidente del Consiglio

DISABILITÀ - Erika Stefani. Classe 1971, di Valdagno (Vicenza), è stata ministro per gli Affari regionali e le autonomie dal 1º giugno 2018 al 5 settembre 2019 nel governo Conte I

POLITICHE GIOVANILI - Fabiana Dadone. Nata a Cuneo, classe 1984, è stata ministro della Pubblica amministrazione nel secondo governo guidato da Giuseppe Conte

PARI OPPORTUNITÀ E FAMIGLIAElena Bonetti. E' stata ministro della famiglia del Conte II fino alle dimissioni, date insieme a Teresa Bellanova, che hanno praticamente innescato la crisi di governo e portato al nuovo esecutivo  

TURISMO - Massimo Garavaglia. Originario di Cuggiono, nel Milanese, è stato sottosegretario e in seguito viceministro dell'economia nel governo Conte I

UNIVERSITA’ E RICERCA - Maria Cristina Messa. Classe 1961, nata a Monza, è stata la prima donna rettore di una università milanese e la quarta in Italia, guidando la Bicocca dal 2013 al 2019

Sezione: Cronaca / Data: Sab 13 febbraio 2021 alle 12:09
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print