Ndiaye 6 - Attento sulle conclusioni dei giocatori dell'Inter, che tuttavia risultano spesso prevedibili
Zortea 6,5 - Diligente in difesa, non disdegna qualche incursione in avanti con cross insidiosi a beneficio degli attaccanti.
Okoli 6,5 - Non si tira indietro davanti ai duelli, anche fisici, con gli attaccanti interisti. Solido.
Heidenreich 6 - Sfiora il gol in chiusura del primo tempo facendo correre un brivido a Dekic che si vede costretto all'intervento d'istinto per salvare il risultato.
Brogni 6 - Nessun guizzo, ma una gara di sostanza sulla fascia sinistra, a supporto del "pendolino" Peli.
Da Riva 6 - Con la collaborazione di Zortea chiude progressivamente gli spazi a Colidio, che nella ripresa non riesce più ad essere pungente.
Ta Bi 7 - Prova spesso gli inserimenti sulla trequarti, non concedendo agli avversari punti di riferimento per marcarlo.
Peli 7 - Propositivo ed efficace, specialmente nelle azioni veloci a tagliare verso l'area.
Dal 46' s.t.: Traore n.g. - Appena tre minuti nel finale.
Kulusevski 7,5 - E' l'uomo-ovunque dell'Atalanta, capace di creare continuamente superiorità numerica con le sue giocate. Indemoniato.
Cambiaghi 6,5 - Non trova il colpo vincente, ma è comunque incisivo in fase offensiva anche come terminale per i cross dei compagni.
Dal 21' s.t.: Colley 8- Dopo la doppietta in semifinale, è sua anche la perla che decide l'incontro, un destro a giro che fulmina Dekic. Campione tra i campioni.
Piccoli 6 - Tanto lavoro anche "sporco" per mantenere alta la squadra. Rischia qualcosa con un po' di irruenza eccessiva nei contrasti, ma il piglio è quello giusto.
Dal 46' s.t.: Gyabuaa n.g. - Entra per partecipare alla festa Scudetto.

Sezione: Primavera 1 TIM / Data: Sab 15 Giugno 2019 alle 08:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print