"Secondo me quest'anno c'è Scalvini, mi sta dando ottime sensazioni. In quei ruoli ho sempre lasciato libera la società, soprattutto per sfruttare il settore giovanile e ritengo che Scalvini può essere un nuovo Bastoni, ma è una sensazione. In quel gruppo lì di giocatori, l'Atalanta può usare molto il vivaio senza disperdere risorse e energie in giro". Gian Piero Gasperini alla vigilia del campionato si era pronunciato così su Giorgio Scalvini (17, maggiorenne il prossimo 11 dicembre), talento delle giovanili nerazzurre e fortemente voluto dal tecnico di Grugliasco in rosa quest'anno, preferendolo a Zingonia anzichè girarlo come i suoi pari età dalla Primavera in giro per l'Italia in prestito. 

EMERGENZA IN DIFESA - Ora, con l'infortunio di Djimsiti, le condizioni precarie di Toloi e l'apprensione per l'infortunio muscolare a Demiral, Gasperini senz'altro valuterà oltre alla carta Matteo Lovato, investimento importante della Dea (8 milioni all'Hellas Verona) l'estate scorsa e debuttante in Champions all'Old Trafford, anche il baby talento cresciuto a Zingonia, Giorgio Scalvini.

Gasp fece appunto debuttare in Serie A Bastoni, e chissà che questo parallelismo possa per lo meno avvicinarsi con l'inserimento del giovane difensore orobico nella mischia.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 23 ottobre 2021 alle 00:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
vedi letture
Print