"Non gioco per partecipare, gioco per vincere. Mi chiamano per questo. Da me pretendono tutti la vittoria e non mi fanno sconti". Parole e musica di Antonio Conte, che a La Gazzetta dello Sport ha precisato di non aver mai "preteso squadre che potessero vincere con la pipa in bocca, perché neanche esistono".

Tornando sulla sua scelta di interrompere il rapporto con l'Inter, il tecnico ha assicurato di guardare "ai progetti, e sono disposto a stare a casa se non mi convincono", indipendentemente da "qualsiasi ingaggio proposto o lasciato". Chiara la posizione di Antonio rispetto al cambio di rotta operato dal club: "Posso solo dire che il mio progetto non è mai cambiato - ha proseguito -. Però non avrebbe senso parlare ora di queste cose. Non voglio entrare in alcuna polemica o questioni di mercato o altro".

Conte ha infine voluto rivolgere "un sincero in bocca al lupo a Simone Inzaghi che è un tecnico bravo, capace, ambizioso".

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Gio 10 giugno 2021 alle 07:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print